E poi c’è quel viaggio che ti cambia la vita per sempre

Photo by Amy Fraser

Siamo strani, noi esseri umani. Pensiamo di essere immortali, come se il nostro tempo su questa Terra fosse infinito.

Ecco perché continuiamo a rimandare tutto.
Rimetterci in forma? Domani.
Impegnarsi di più nel rapporto di coppia? Domani.
Dedicare del tempo alle nostre passioni? Domani.
Leggere quei libri che prendono polvere sul comodino? Domani.
Quel grande viaggio che sogni fin da quando eri piccolo? Domani.

Rimandiamo tutto ma per assurdo rimandiamo soprattutto le cose più importanti. Di quelle stupide e superficiali ci occupiamo subito: rispondere a email insignificanti, vestirsi in un certo modo per non “sfigurare”, sorridere anche quando siamo infelici… tutte queste cose le facciamo sempre, ogni giorno, senza nemmeno pensarci.

La felicità, invece, la rimandiamo di continuo.

Rimandiamo la felicità, come se non fosse importante

Abbiamo un sogno, un obiettivo di vita o un desiderio che ci fa sorridere il cuore? C’è qualcosa di più profondo rispetto alla solita routine superficiale che ci stare bene? Non ce ne occupiamo. Pensiamo che avremo tempo più avanti per farlo.

Mettiamo la nostra felicità al fondo della lista delle nostre priorità.
Viviamo per abitudine, senza impegno. Diciamo: “Ma sì, lo farò domani“.

Poi, capita di partire per un viaggio. Un viaggio come tanti, almeno sulla carta. E invece, una volta lontano da casa, hai l’impressione di aprire gli occhi. Quel viaggio ti sta cambiando per sempre la vita.

Davanti a te hai una porta che credevi fosse chiusa a chiave e invece ora è aperta, non per molto.
Puoi lasciarti alle spalle i sorrisi falsi del lunedì mattina in ufficio.
Le serate alcoliche il sabato sera per spegnere in fretta il cervello.
Gli stupidi programmi televisivi con cui provi a soffocare l’ansia la domenica sera.
Lo shopping compulsivo quando ti senti troppo triste per tornare subito a casa dopo il lavoro.
Potresti farlo, perché l’Universo o Dio, o chi per lui, ha fatto quello che tu non hai avuto il coraggio di fare.
Ha rotto il lento e noioso scorrere del tempo.
Dopo anni e anni di calma piatta, ora il mare è in tempesta.
Puoi tornare in fretta al porto sicuro che conosci alla perfezione.
Oppure puoi farti trasportare lontano dalle nuove correnti.
Lo so, fa una paura fottuta cogliere quell’opportunità.
Perché è un salto nel buio. Un viaggio di sola andata. Un punto di non ritorno.
Potrebbe andare tutto male, potresti perdere tutto.
Però potrebbe anche andare bene…
Lasciando il porto sicuro potresti trovare qualcosa che non riuscivi nemmeno a immaginare nei tuoi sogni più sfrenati

Tratto dal mio nuovo libro, “Come una notte a Bali

Il tuo tempo è limitato, vuoi iniziare a vivere?

Di sicurezze, l’essere umano ne ha poche. Una è la morte. L’altra è che possiamo dire di possedere solo una cosa: il momento presente.

La seconda verità la impari solo generando una certa consapevolezza. Quella che, personalmente, ho fatto mia viaggiando. L’ho imparato dal Buddhismo, durante i miei viaggi nel sud-est asiatico (quelli di cui parlo nel mio libro “Le coordinate della felicità“): vivere nel “qui e ora” significa tenere lontana la depressione per un passato che non torna e l’ansia per un futuro da cui ci facciamo ossessionare.

Ma soprattutto, viaggiare mi ha cambiato la vita mostrandomi che il mio tempo è limitato. È facile non rendersene conto nella quotidianità, con la testa sempre altrove e sommersa dal rumore.

Ma poi viaggi e ti rendi conto di quanta bellezza c’è fuori dalla comfort zone e allora ti viene da pensare: vorrei poter vederlo tutto, questo mondo, vorrei poter provare mille cose, conoscere tante persone, scoprire culture sempre nuove.

Ed è lì che ti rendi conto di quanto il tuo tempo sia limitato. Anche se vivessi per 300 anni non riusciresti a fare tutto ciò che vorresti.

Cambia la tua vita: viaggia

È così che un viaggio ti cambia la vita, insegnandoti a non rimandare la tua felicità a un domani che potrebbe non arrivare mai. Smetti di aspettare all’infinito per le cose belle, ma inizi subito a muoverti nella loro direzione.

Se vuoi amare, ami. Senza alcuna vergogna e senza limiti.
Se vuoi viaggiare, viaggi. A tutti i costi.
Se hai un sogno, lo realizzi. Non c’è tempo per le scuse.
Se vuoi essere felice, fai di tutto per essere felice.

Perché hai una sola vita e una sola scelta da prendere: vuoi stare a guardare il tempo che ti passa davanti e ti sfugge dalle mani oppure vuoi essere il protagonista di una storia meravigliosa?

Viaggiare ti spinge a scegliere la seconda opzione. E quando lo fai, ecco che inizia la tua nuova vita.

Seguimi su Instagram  Facebook  YouTube