Questa coppia gira per il mondo da tre anni, la loro storia ti ispirerà a partire

IG @panamericanbus

Tutti hanno dei sogni, ma pochi riescono a realizzarli. Nella stragrande maggioranza dei casi, se un sogno resta tale è per colpa delle paure e dei limiti che ci sembrano ostacoli insormontabili.

La paura di non essere all’altezza o il limite economico, ad esempio: molti rinunciano a ciò che desiderano perché pensano di non avere la forza per farcela o di non avere mai abbastanza soldi da parte. Per viaggiare, ma anche semplicemente per vivere in modo dignitoso.

Poi ci sono persone che provano a sfidare le paure e quando lo fanno si rendono conto che in realtà non hanno consistenza. In quel momento capiscono che la vita va vissuta in modo attivo, che bisogna sempre inseguire ciò che ci rende felici.

Mili e Marcos sono una coppia argentina che lo ha scoperto sulla propria pelle. Nel 2015 hanno deciso di cambiare completamente vita e sono partiti alla volta dell‘Australia.

Erano pieni di paure e preoccupazioni, ma nel momento stesso in cui hanno messo piede nella terra dei canguri hanno compreso che non c’era niente di concreto dietro ai loro timori.

Oggi i due giovani vivono un’esistenza da sogno, perennemente in viaggio. Come ci sono riusciti? Inseguendo uno stile di vita che molti riterrebbero pura follia. Per loro ha funzionato e la loro storia dimostra che può funzionare per chiunque.

IG @panamericanbus

Mili e Marcos, dall’Argentina all’Australia

Nel febbraio del 2015 Mili e Marcos hanno salutato le loro famiglie all’aeroporto di Buenos Aires. Tutti piangevano mentre loro si imbarcavano con un po’ di ansia nel cuore. La prima destinazione del loro viaggio era Manly, una cittadina nella periferia di Sydney.

“Sapevamo che a Manly c’erano altri argentini e quella era l’unica certezza che avevamo”, ricordano oggi. Pochi giorni dopo essere arrivati in Australia, hanno iniziato a portare i curricula in giro per la città per iniziare a costruire il loro sogno dalle fondamenta: lavorare e risparmiare il più possibile.

Quello che hanno scoperto è che la fortuna aiuta davvero gli audaci…

“Stavamo portando i curricula in giro”, racconta Mili. “A un certo punto ci fermiamo davanti a una gelateria. Io entro per propormi come commessa e il proprietario mi dice che stanno cercando sia una donna che un uomo. Così dico a Marcos di entrare e il proprietario, dopo una serie di domande per capire il nostro livello di inglese, ci dice che siamo assunti”.

Un episodio che dimostra quanto a volte, nella vita, sia davvero sufficiente buttarsi: le opportunità sono dietro l’angolo, basta avere una mentalità aperta e tanta voglia di fare.

Lavorare e risparmiare per alimentare un sogno

La coppia ha lavorato intensamente nella gelateria per quattro mesi, con un unico obiettivo in testa: risparmiare il più possibile. Il loro piano iniziale, quello che non osavano dire a nessuno in Argentina, era di mettere abbastanza soldi da parte per viaggiare per un anno intero in Asia.

“Lavoravamo insieme: Marcos dietro a fare il gelato, io dietro il bancone a servirlo. Nel frattempo abbiamo cercato e ottenuto altri lavori: io facevo la babysitter e Marcos ha fatto di tutto (operaio, giardiniere, commesso in un autolavaggio, inserviente in una sala da bowling…). Per risparmiare abbiamo vissuto prima in una casa con quattro ragazze, poi in un’altra con sette coinquilini”.

IG @panamericanbus

Il viaggio alla scoperta dell’Asia

Dopo alcuni mesi, la coppia aveva abbastanza denaro per iniziare il viaggio che avevano sognato a lungo.

“Quando abbiamo raggiunto il nostro obiettivo monetario, ci siamo licenziati e abbiamo acquistato un van con un materasso nel bagagliaio. Per due mesi abbiamo viaggiato sulla east coast australiana. Poi abbiamo deciso di lasciare l’Australia e abbiamo viaggiato in Indonesia per un mese”.

Al rientro in Australia, Mili e Marcos hanno deciso che non si sarebbero fermati.

“Abbiamo venduto il van e lavorato per altri due mesi, poi siamo andati in Giappone per due settimane, dove abbiamo anche assistito alla partita del nostro River Plate contro il Barcellona. Siamo tornati nuovamente a Manly e abbiamo lavorato ancora qualche mese. Poi siamo ripartiti verso la Thailandia, dove abbiamo visitato diverse isole. Successivamente siamo andati in Sri Lanka a fare surf e poi abbiamo viaggiato a lungo in India“.

Al rientro a casa, la coppia aveva le idee chiare sul futuro.

“Doveva essere un’esperienza di sei mesi ma è durata 14 mesi. Nei nostri cuori si era accesa una fiamma: la passione per il viaggio”.

IG @panamericanbus

Il matrimonio e la folle idea di attraversare il continente americano

Appena rientrati a casa, Marcos e Mili hanno ripreso a lavorare per finanziare il loro grande sogno: acquistare un vecchio scuola-bus, convertirlo in una casa su ruote e girare tutto il continente americano.

“Abbiamo trascorso ogni momento libero dal lavoro a cercare il giusto veicolo. Ma presto ci siamo resi conto che in Argentina non ce n’erano: le uniche vere opzioni erano negli Stati Uniti”.

Così, la coppia ha preso una decisione: mollare tutto e volare in California. Prima, però, hanno deciso di sposarsi.

IG @panamericanbus

“Tre giorni dopo il nostro matrimonio ci siamo imbarcati su un volo per Los Angeles. Il piano iniziale era di rilassarsi, andare in spiaggia, prendere il sole, dormire e mangiare bene. Ma dopo tre giorni eravamo già alla ricerca del nostro futuro veicolo”.

Lo hanno trovato poco dopo: uno scuola-bus Ford E450 già convertito.

“L’autobus aveva la struttura del letto, le poltrone, la cucina, gli armadi, il frigorifero e uno spazio per costruire il bagno. Mentre Marcos controllava gli interni, io urlavo di gioia: era quello giusto. Anche perché io volevo qualcosa di simile a una casetta, con il bagno, la doccia e la cucina. Non volevo svegliarmi alle tre di notte ed essere costretta a fare la pipì tra i cespugli!”

IG @panamericanbus

Vanlife: dalla California all’Argentina su un vecchio scuolabus

Sul finire dello scorso anno, Mili e Marcos sono quindi partiti per il loro indimenticabile viaggio: dalla California all’Argentina.

Non si sono dati limiti di tempo, né un budget, vogliono semplicemente vivere la vita giorno dopo giorno, godendosi ogni momento al massimo. Perché per loro, viaggiare significa vivere davvero.

QUANTO COSTA PRECISAMENTE GIRARE IL MONDO IN VAN PER 725 GIORNI CONSECUTIVI

“Viaggiamo perché ci fa sentire liberi, pieni, perché quando viaggiamo troviamo la versione migliore di noi stessi. Viaggiamo per affrontare paure e barriere. Viaggiamo perché quando lo facciamo ci rendiamo conto che non ci sono confini o lingue o convinzioni che ci separano, ci rendiamo conto che siamo tutti fratelli e abitiamo insieme in un incredibile pianeta pieno di persone che vale la pena conoscere. Viaggiamo per condividere con il mondo il nostro sorriso, la nostra energia e per rendere questo mondo un posto migliore”.

Oggi hanno concluso questo straordinario viaggio sulla leggendaria Panamericana.

E ora? Hanno venduto il loro autobus e si sono trasferiti nel sud-est asiatico, con l’idea di fermarsi a Bali per un po’ e curare il loro blog e i loro social, diventati sempre più popolari con il passare degli anni.

L’ennesimo capitolo della loro vita, una storia straordinaria ma assolutamente ripetibile da parte di chiunque abbia la giusta determinazione per sposare la filosofia del “lavora-risparmia-viaggia“.

Segui Mili e Marcos su FacebookInstagram

IG @panamericanbus

Seguimi su Instagram – Facebook