3 situazioni in cui dire di no per vivere più felicemente

Il potere della parola “” è fortissimo. È ciò che ti permette di uscire dalla tua comfort zone e fare cose che non hai mai fatto prima. Dire di sì a nuove opportunità, nuovi incontri e nuove esperienze è un grande salto in avanti nel tuo processo di crescita personale. A volte, iniziare a dire di sì può essere una vera e propria rinascita.

Questa connotazione è però positiva solo se il è rivolto al di fuori della nostra comfort zone. Se invece lo rivolgiamo all’interno della nostra bolla di sicurezze e abitudini, diventa una delle parole più pericolose.

Mi spiego meglio: se non siamo capaci di dire altro che “sì” alle persone che fanno parte della nostra quotidianità (partner, genitori, figli, amici, colleghi, superiori…) ci ritroveremo a vivere secondo le loro regole.

Se loro vogliono il nostro bene, siamo fortunati. Ma se, come probabile, loro pensando anche (o solo) ai loro interessi, la nostra vita sarà il risultato della loro volontà e non della nostra.

Non saremo mai chi siamo destinati a essere, non realizzeremo il nostro potenziale umano, né seguiremo mai le nostre coordinate della felicità. La nostra vita diventerà una recita. È quello che vuoi?

Non credo. E allora per uscire da questa brutta situazione di subordinazione e dipendenza, è necessario imparare a dire di no. Quando? A chi? In che contesto? Per quale motivo?

Qui sotto trovi 3 situazioni in cui avere la forza di dire di no può rendere la tua vita molto più soddisfacente, serena e felice.

Imparare a dire di no: 3 situazioni in cui farlo

1. Quando qualcuno prova a scaricare su di te le sue responsabilità.

Stai lontano/a da queste persone. Sono quelle che troveranno sempre il modo di darti la colpa per tutto quello che non va nella loro vita. La colpa non è mai loro, è sempre di qualcun altro. Se non impari a dire di no, continueranno a vedere in te il bersaglio perfetto per sfogare tutta la loro frustrazione.

2. Quando tutti si aspettano che tu dica di sì.

Solo perché una cosa è giusta per tutti, non è detto che sia giusta anche per te“. È facile dimenticarsi di questa grande verità (per questo l’ho inserita anche in uno dei miei libri). Tu cerca di ricordartelo, perché non sempre quello che gli altri si aspettano da te è giusto per te. Magari quella laurea, quel lavoro, quel matrimonio, quella città è giusta per loro. Per loro è giusto che tu dica di sì. Ma per te lo è?

3. Quando ti chiedi perché stai facendo una vita che ti deprime.

Ti capiterà di guardarti allo specchio e chiederti: “Perché lo stai facendo?” Ecco, invece di rispondere “perché sì“, abbi la forza di cercare un motivo valido. Come racconto nel mio libro “La Pura Vida“, se quel motivo valido non lo trovi, è ora di dire di no. A una vita che ti deprime, a un rapporto tossico, a schemi che ti opprimono. Non ti affannare a cercare soluzioni complicate per stare bene: a volte tutto ciò che serve per innescare la tua rivoluzione personale è un no al momento giusto.

Cosa succede quando impari a dire di no?

C’è poco da fare: non hai abbastanza energie e tempo per fare tutto ciò che vorresti fare nella vita. O che gli altri vorrebbero tu facessi. Anche per questo è necessario imparare a dire di no. I no non sono dei limiti al tuo potenziale umano, ma la tua opportunità migliore per realizzarlo. Infatti, solo quando riesci a dire certi “no” sei in grado di dire i giusti sì.

Sì alle persone che ti meritano.
Sì alle opportunità che ti fanno brillare gli occhi.
Sì ai sogni che non avevi più il coraggio di inseguire.
Sì alla tua felicità.

Seguimi su Instagram  Facebook  YouTube

Gianluca Gotto
Sognavo di lavorare viaggiando, oggi scrivo mentre giro il mondo. Ho aperto Mangia Vivi Viaggia per condividere la bellezza che abbiamo intorno e mostrare che spesso la felicità si trova nelle scelte di vita alternative

Potrebbe interessarti anche...

Instagram

Most Popular