5 corsi da fare in viaggio per cambiare vita

Viaggiare può significare molte cose ma quando parti con una mente curiosa e il desiderio di scoprire, significa crescere. È un processo di crescita personale meraviglioso: quando viaggi in modo consapevole, riesci ad evolverti senza cambiare la tua vera natura. Lontano da casa e dalla tua comfort zone, la tua essenza viene continuamente sollecitata e ti senti finalmente nella condizione di poterti realizzare per ciò che sei veramente, senza maschere e filtri.

Ma viaggiare non è solo una crescita personale, spirituale o emotiva. Viaggiare è anche un processo molto concreto, che può aprirti gli occhi sulle tantissime opportunità che ci sono e che mai avevi preso in considerazione.

Ad esempio, durante un viaggio alle Canarie ho sentito per la prima volta il termine “nomade digitale“. Quella piccola scoperta è stato il primo passo verso la mia nuova vita, quella che oggi mi permette di fare della mia passione più grande (la scrittura) un lavoro che posso svolgere mentre giro per il mondo (ne parlo nel capitolo “Ovunque e da nessuna parte” del mio libro).

Viaggiando ti rendi conto che le opportunità sono infinite e che non sei tu ad essere sbagliato/a: semplicemente non avevi ancora trovato la tua strada. Poi magari un giorno, mentre stai visitando la Thailandia, ti iscrivi a un corso di Yoga a Chiang Mai e scopri che quello è il tuo Ikigai, è ciò che vuoi fare per il resto dei tuoi giorni.

È questa la magia del viaggio, ma è una magia che ha conseguenze molto concrete. Conosco tante persone che sono partite per un viaggio e dopo aver svolto un corso all’estero hanno deciso di cambiare completamente vita.

Quale corso? Quando viaggi ne trovi di ogni tipo ma questi sono i cinque che personalmente ritengo più importanti.

5 corsi che puoi fare in viaggio per cambiare vita

Un corso di massaggio tradizionale

Uno dei corsi più interessanti che puoi svolgere viaggiando in Asia è un corso di massaggi. La nazione che viene subito in mente in questo caso è la Thailandia, ma in realtà ad Oriente ogni paese ha una sua tradizione che si tramanda da millenni.

Un corso di massaggio potrebbe farti scoprire una passione che non sapevi di avere: migliorare la vita agli altri. Perché, in fondo, questo è un massaggio: è un modo di curare un’altra persona attraverso le tue mani. Una forma di guarigione antica di cui sempre più persone hanno bisogno al giorno d’oggi, sopraffatti come siamo dallo stress e dall’ansia delle nostre vite frenetiche.

Se imparare l’arte del massaggio ti sembra qualcosa che fa per te, ti incoraggio a fare un corso quando viaggi. Ritagliati almeno un paio di giorni per provare questa esperienza. Magari sarà un corso di massaggio thailandese a Chiang Mai o un ritiro dedicato al massaggio svedese in una baita immersa nelle foreste scandinave.

Chissà che tornando a casa, questa scoperta non diventi la tua più grande passione, quell’hobby che ti mancava per rendere più felice la tua vita. E chissà che non possa diventare anche il tuo lavoro un domani…

Photo by Savs

Una Cooking Class

Come ho scritto più volte, per me cucinare è una forma primordiale di viaggio. Mettersi ai fornelli e imparare una ricetta tradizionale significa viaggiare nella storia di un paese, conoscere meglio chi lo abita e scoprirne gli usi e i costumi. Ecco perché cerco sempre di svolgere un cooking class in ogni nazione dove so che c’è una forte tradizione culinaria.

Qualche anno fa, partecipai a una cooking class in Vietnam. Mi ero innamorato fin da subito della cucina di quel paese, in particolare del suo street food: la meravigliosa zuppa Pho, gli involtini vietnamiti e la Bia Hoi, la birra più economica del mondo.

Alla cooking class di Hanoi incontrai una coppia di italiani che, come successo a me e alla mia ragazza, si era innamorata della cucina di quel paese. Era un amore così profondo che per loro quella non era un semplice corso per divertirsi ma il primo passo verso una nuova vita.

“Abbiamo deciso: quando torniamo in Italia ci licenziamo e apriamo un ristorante di cucina vietnamita“, mi raccontarono con gli occhi pieni di emozione. Non li ho mai più rivisti, ma so che sono riusciti a realizzare il loro desiderio e oggi hanno il loro ristorante asiatico in Italia. Un drastico cambiamento di vita iniziato con un corso svolto in viaggio.

Photo by Caroline Attwood

Un corso di Inglese all’estero

Quando mi viene chiesto un consiglio per cambiare vita, la mia risposta è sempre la stessa: se non sai da dove partire, inizia con un corso di inglese. Non è che io sia innamorato di questa lingua, ma sono consapevole che al giorno d’oggi è semplicemente fondamentale per non essere tagliati fuori dalle migliaia di opportunità che il mondo ti offre.

Senza sapere l’inglese non puoi godere al massimo di un viaggio perché devi affidarti costantemente a una guida o a un interprete, non puoi fare nuove conoscenze con persone che non parlano la tua lingua, non puoi capire fino in fondo ciò che succede intorno a te o quello che ti viene detto.

Se non parli l’inglese, viaggiare diventa spesso o troppo costoso oppure estremamente limitante. Ti fa sentire insicuro, ti porta ad avere paura di ogni cosa e spegne il tuo desiderio di esplorare il mondo. Molto semplicemente, credi di non essere all’altezza.

E pensare che basterebbe un corso di inglese.

Quello che consiglio è un corso di inglese all’estero con una scuola seria e rinomata come Kaplan International Languages. Io l’ho svolto poche settimane dopo essere sbarcato in Australia, perché non mi sentivo ancora a mio agio a vivere in un paese straniero con il livello di inglese che avevo all’epoca.

Quel corso ha rappresentato una svolta ed è questo il motivo per cui lo consiglio a chiunque. Kaplan, oltretutto, è una scuola famosa soprattutto per l’alta qualità dei suoi corsi all’estero, quindi è la soluzione perfetta per chi vuole viaggiare e nel frattempo imparare la lingua. Ci sono scuole Kaplan negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda, in Australia e in Canada ma per chi è alla ricerca di una destinazione più vicina c’è anche il Regno Unito.

Un corso di questo tipo non solo ti permette di migliorare radicalmente il tuo inglese (o di impararlo da zero, ci sono classi per ogni livello ed età) ma anche di socializzare, visto che conosci ogni giorno persone che, come te, stanno imparando la lingua. Nel frattempo, visto che si organizzano all’estero, puoi sfruttare l’occasione per viaggiare e scoprire quei luoghi che da sempre sognavi di visitare.

Immagina di sentirti così sicuro/a di te da poter viaggiare liberamente per il mondo senza doverti affidare a nessuno, perché qualsiasi cosa ti diranno ti risulterà comprensibile e saprai esprimerti nel migliore dei modi. Questa sensazione non ha prezzo, ecco perché un corso di inglese all’estero è un investimento su te stesso di cui non ti pentirai mai.

Se non sai da dove cominciare, ti consiglio i corsi di inglese di Kaplan International Languages.

Photo by Alexis Brown

Un corso di Yoga

Ubud è una località immersa nel verde, nel cuore di Bali. È dove vivo per un periodo dell’anno ed è un luogo di cui mi sono innamorato al punto di dedicargli intere pagine del mio libro “Come una notte a Bali“. Ubud è considerata il cuore artistico e spirituale dell’isola e infatti qui si trovano centinaia di corsi di ogni tipo.

Tra i più popolari ci sono i corsi di Yoga, a cui partecipano migliaia di persone di ogni sesso, età e nazionalità da ogni parte del mondo. La maggior parte di loro è composta da persone semplicemente incuriosite da questa pratica, ma c’è anche chi li svolge per poter diventare insegnante di Yoga.

Ecco perché dico spesso che Bali è l’isola dei sognatori, perché qui è normale incontrare ogni giorno persone con sogni che alle nostre latitudini verrebbero considerati delle sciocchezze. E ho sempre avuto la sensazione che realizzarli sia più facile su quest’isola, visto che ho conosciuto diverse ragazze che sono effettivamente riuscite a diventare insegnanti di yoga a tempo pieno partendo da un corso.

Magari anche tu sei nata per fare questo nella vita e rischi di non scoprirlo mai. Non perdere l’occasione di svolgere un corso di Yoga mentre viaggi, se senti che potrebbe essere la tua strada.

Photo by Shushipu

Un corso di immersioni

Un paio di anni fa stavo saltellando da un punto all’altro del sud-est asiatico quando capitai a Koh Tao, un’isoletta in Thailandia. Acqua cristallina, spiagge, palme, buon cibo, ottimo clima e la possibilità di muoversi liberamente in scooter: Koh Tao era il posto giusto dove fermarmi per un po’.

Sull’isola incontrai diversi expat, ovvero persone che avevano deciso di trasferirsi lì per vivere con le infradito ai piedi a tempo indeterminato. Un giorno, parlando con una ragazza francese davanti a un Pad Thai, scoprii una cosa molto interessante: Koh Tao è il luogo più economico al mondo dove prendere il brevetto da sub.

Proprio così: la ragazza mi spiegò che con meno di 10.000 Baht, circa 263 euro, stava prendendo il certificato Open Water. Dopo avrebbe preso anche quello Advance, sempre spendendo una cifra irrisoria rispetto agli standard occidentali.

La ragazza francese mi disse che era arrivata qualche mese prima con poche centinaia di euro da parte e l’intenzione di cambiare vita. Non ricordo cosa facesse in Francia, ma ricordo che sicuramente non era felice della sua vecchia vita. Aveva bisogno di una svolta, di smettere di dar retta agli altri e iniziare a seguire il suo cuore.

In quanto amante della vita di mare, aveva cercato una soluzione per trasformare quella passione in un lavoro. Già in Francia aveva letto di questi corsi di immersione estremamente economici e non ci aveva pensato due volte: aveva investito i pochi euro che aveva da parte per un biglietto di sola andata per la Thailandia.

Ora, dopo sei mesi, era in procinto di lasciare l’Asia tornare in Europa e iniziare a lavorare in una località turistica in Grecia proprio come sub. Poi, al termine della stagione estiva, si sarebbe trasferita nelle Filippine per continuare con le immersioni in località turistiche.

Non ricordo il nome di quella ragazza ma ricordo bene il sorriso sincero e rilassato con cui mi raccontava della sua nuova vita. Il sorriso di chi sa di essersi messo finalmente nella posizione di essere felice, ogni singolo giorno. Partendo come? Da un semplice corso su un’isola thailandese.

Seguimi su Instagram – Facebook