Non abbiamo vinto la lotteria, ma da 6 mesi giriamo per il mondo: chiunque può viaggiare!

Anche se non ci siamo trasferiti definitivamente in una di queste fantastiche spiagge da cui stiamo scrivendo, ma siamo solo di passaggio, in questo momento ci troviamo nel meraviglioso Sri Lanka.

Siamo Klaudia e Giovanni e stiamo girando il mondo zaino in spalla. So già quello che molti di voi penseranno: “Ecco la solita coppia che può permettersi di viaggiare perché ha tanti soldi”.

No, non è assolutamente così.

Stiamo girando il mondo, è vero, ma noi due siamo la dimostrazione vivente che chiunque può viaggiare per lunghi periodi.

Viaggiare è sempre stata la passione di entrambi ma una volta la pensavamo come tutti, ovvero che senza soldi fosse impossibile.

Non avevamo molti fondi a disposizione e soprattutto avevamo poco tempo libero, così abbiamo sempre viaggiato per brevi periodi, poche volte durante l’anno. Negli ultimi sette anni ci siamo concessi al massimo qualche weekend in Puglia, per intenderci.

Poi, però, si è fatto strada dentro di noi un dubbio: abbiamo iniziato a pensare che con una ottima organizzazione sarebbe stato possibile viaggiare a lungo spendendo pochissimo.

Il dubbio è diventato consapevolezza, finché è maturata la folle decisione di mollare letteralmente tutto!

Abbiamo messo da parte tutti i risparmi degli ultimi due anni, venduto la macchina e lasciato i nostri lavori.

A quel punto, finalmente, siamo partiti.

Oltre alla voglia di scoprire cosa c’è al di là del nostro cortile di casa, quello che più ci ha spinti verso questa decisione è stata l’infernale routine giornaliera casa-lavoro, che sicuramente non ci stava portando dove volevamo.

Noi volevamo poterci svegliare con la serenità di sapere che un’altra fantastica giornata era alle porte, non con al consapevolezza che l’ennesima giornataccia stava per cominciare.

Purtroppo non siamo ricchi sfondati e i soldi che abbiamo messo da parte non erano altro che il frutto dei sacrifici e delle rinunce di una vita intera. Proprio per questo ci siamo imposti un budget giornaliero abbastanza limitato, ovvero 15€ a persona.

Con questa cifra ce l’avremmo fatta: avremmo viaggiato per un anno intero intorno al mondo.

In questo budget sono compresi i trasporti, il cibo, gli alloggi, gli extra, i visti, le spese bancarie e gli imprevisti. Insomma, proprio tutto.

Per noi che fino a quel momento eravamo abituati alle classiche vacanze in relax al mare tra alberghi e resort, era una vera e propria scommessa riuscire a viaggiare con un budget così limitato.

Prima di partire c’era qualche preoccupazione, ma alla fine è stato più semplice a farsi che a dirsi: oggi sono passati più di 200 giorni di viaggio e finora siamo riusciti a stare addirittura sotto i 14€ al giorno a persona.

Non c’è un segreto per riuscire a viaggiare spendendo così poco. Ci sono però tre aspetti fondamentali:

  1. la scelta delle destinazioni;
  2. spostarsi lentamente;
  3. la capacità di adattarsi, che è la più importante.

Noi abbiamo scelto l’Asia come primo continente da visitare proprio perché ha un costo della vita molto basso, addirittura negli oltre 90 giorni passati in India abbiamo speso appena 10€ al giorno a persona.

Ciò che influisce tanto sul budget sono i trasporti, per questo motivo è fondamentale spostarsi lentamente. Utilizzando treni e bus è infatti possibile mantenere bassa questa spesa, mentre se si utilizzano spesso i voli è inevitabile che anche il budget lieviti.

E poi viaggiare in treno ha anche un suo fascino: osservi il paesaggio che scorre ed entri realmente dentro la cultura di un luogo.

Muoversi lentamente è ovviamente un aspetto legato al tempo che si ha disposizione: se si vogliono visitare più luoghi possibili in poco tempo, scordatevi di poter viaggiare con un budget così basso e mettete mano al portafoglio.

Infine c’è la capacità di adattarsi, che è sicuramente la chiave per chi vuole affrontare un viaggio come il nostro.

Nelle zone più turistiche e costose dovrete accontentarvi di dormire in camerate condivise o scegliere alloggi di bassa qualità, spesso sporchi, con il bagno in comune e per niente accoglienti.

Per questo motivo è bene scegliere con cura le destinazioni, tenendo a mente che le zone più turistiche sono ovviamente quelle più care. Nelle zone più remote, al contrario, abbiamo trovato ottime stanze doppie, pulite e confortevoli, per appena 5-6€ a notte.

Per quanto riguarda la vita di tutti i giorni on the road, il miglior modo per risparmiare riguarda i trasporti e il cibo.

Per le lunghe tratte abbiamo scelto sempre i treni notturni o gli sleeping-bus, così da non dover spendere ulteriori soldi per l’alloggio. Scegliendo con cura dove mangiare risparmierete moltissimo, ma dovrete mettere in conto che lo street-food diventerà parte integrante della vostra dieta. Il che non è forza un aspetto negativo…

Sembra una vita piena di sacrifici, ma non è così.

Viaggiare a lungo è l’attività più gratificante che esista e riuscire a conquistarci questa possibilità con le nostre forze, grazie ai risparmi che abbiamo ottenuto lavorando, è una soddisfazione immensa.

Chi l’avrebbe mai detto, un anno fa, che oggi saremmo stati su questa spiaggia dello Sri Lanka a scrivere del nostro viaggio? Eppure questa follia è diventata realtà… ed è bellissimo!

È innegabile, comunque, che viaggiare così a lungo è anche molto faticoso, per cui un consiglio importante e spesso sottovalutato è di concedervi qualche lusso ogni tanto.

Se siete davvero stanchi (sia fisicamente che mentalmente) e ne sentirete il bisogno, concedetevi una bella pizza in un ristorante oppure una notte in albergo per coccolarvi un po’. A volte basta pochissimo per ritrovare lo spirito e le energie per ripartire alla grande. Viaggiare low cost non deve mai essere una sofferenza, al massimo una sfida!

Ovviamente per viaggiare spendendo poco ci sono altre mille soluzioni come il couchsurfing (dormire ospiti a casa di altri), il work-away (lavorare in cambio di vitto e alloggio) e il volontariato.

In Nepal, ad esempio, abbiamo svolto circa due settimane di volontariato come insegnanti di inglese in una scuola nella periferia di Kathmandu. È stata un’esperienza bellissima che oltre ad averci gratificato ci ha permesso pure di spendere pochissimo in quei giorni.

Insomma, di modi per risparmiare in viaggio ce ne sono un’infinità, dipende sempre da che tipo di viaggio si vuol fare e dallo spirito con cui lo si affronta.

Noi ci siamo lasciamo lasciati tutto alle spalle, ora abbiamo la mente libera e non siamo minimamente preoccupati per quando finiremo i soldi, perché il denaro va e viene mentre il tempo passa inesorabilmente.

Oltretutto stiamo portando avanti alcuni progetti tramite i nostri canali social che seppur lentamente ci stanno portando ad avere le prime collaborazioni per farci conoscere meglio, ed anche qualche piccola opportunità lavorativa.

Grazie a questo viaggio abbiamo imparato una grande lezione: il mondo è grande e le opportunità infinite! Siate determinati, pazienti e sappiatele cogliere quando arrivano.

Questa è un’esperienza davvero alla portata di tutti: viaggiando come noi potreste tranquillamente prendervi un anno sabbatico e spendere poco più di 5000€ per scoprire il mondo. È una cifra alla portata di tutti lavorando sodo e risparmiando.

Se leggendo la nostra storia ti viene da pensare che potresti farlo davvero, il nostro consiglio è uno solo: fallo!

Tutte le altre persone che combattono ogni giorno con questa voglia interiore di viaggiare ad ogni costo dovrebbero seguire questo desiderio.

Non puoi aspettare, perché la vita è una sola e il tempo non si ferma per nessuno.

Segui Gio e Kla su FacebookInstagram