Val Gardena, percorsi e tradizioni di un luogo da esplorare non solo d’inverno

Spiagge e mare sono mete ambite per il turismo estivo, soprattutto da chi non ha la fortuna di abitare nelle vicinanze di una località balneare. Ma non sempre è gradito stare in mezzo alla folla: il desiderio di staccare dallo stress quotidiano può condurre a scelte diverse, in nome del relax.

Una vacanza in montagna in Val Gardena può essere un’ottima idea per recuperare le energie e tornare alla routine più carichi. Destinazione apprezzata dagli amanti di itinerari in mountain bike, camminate e arrampicate, offre molte opportunità anche ai neofiti, d’inverno come nella bella stagione.

Val Gardena tra consuetudini e natura incontaminata

La zona è patrimonio mondiale dell’UNESCO e fa parte delle Dolomiti, conosciute anche come “Monti Pallidi” per l’alta presenza di rocce di consistenza calcarea. Questa terra è nota per diversi motivi che vanno al di là della pratica dello sci.

Tradizioni eno-gastronomiche locali e lavorazioni artigianali (in particolar modo sculture e oggetti sacri) attirano un  gran numero di visitatori. Stando tra le persone del luogo non è raro sentire qualche frase in  lingua ladino, parlato di frequente dai più anziani.

Degni di nota i percorsi tra il Massiccio del Sella e il Monte Sassolungo, al confine con la Val di Fassa e a ridosso di Selva, Ortisei e Santa Cristina. Si tratta delle destinazioni più conosciute da tutti, perfino da chi non è mai stato in tali luoghi.

Sono sedi di locali, eventi e alberghi, attivi indipendentemente dalla stagione per rendere gratificante ogni vacanza in montagna in Val Gardena.

La travagliata storia degli itinerari gardenesi

La Val Gardena è un luogo in cui è presente una fitta rete di percorsi, spesso battuti dagli amanti della mountain bike. Proprio qui si estendono un gran numero di sentieri, con una storia di battaglie alle spalle e sconosciuta ai più.

Non tutti, infatti, sanno che la quasi totalità dei tratti percorribili sono una diretta conseguenza delle lotte tra gli alpini e l’esercito dell’impero austro-ungarico, allora sotto il dominio del Kaiser Francesco Giuseppe d’Asburgo (il consorte dell’imperatrice Sissi).

L’istituzione delle truppe montane risale al 1872, anno di nascita del gruppo. Dove oggi la terra viene calcata dai passanti e dalle ruote delle biciclette, un tempo combattevano tanti soldati e partigiani.

Escursioni, iniziative e attività alla portata di tutti

Le opportunità di svago sono innumerevoli e di grande interesse per gli amanti della natura. L’accesso a tali attività è aperto tutto l’anno, compreso il periodo estivo, quando la neve è divenuta ormai un vago ricordo. Può partecipare chiunque, dal principiante al più esperto: tutto è organizzato nei minimi dettagli, tenendo conto del livello di difficoltà.

Oltre alla già citata mountain bike, è possibile andare a cavallo, grazie alle lezioni di equitazione. Nell’arco di pochi giorni si ha l’opportunità di verificare quanto piaccia o meno stare in sella e, eventualmente, iscriversi a un corso più strutturato una volta tornati alla routine quotidiana. Chi non se la sente può fare un giro panoramico in carrozza e assaporare un’atmosfera di altri tempi.

Altra possibilità è quella di andare a piedi per i tratti disseminati sul territorio, con o senza una guida. Che si tratti di correre o di camminare, sarà utile attrezzarsi con abbigliamento tecnico e scarpe comode, per godersi più a lungo il paesaggio e apprezzarne la varietà. Come scritto più volte su questo blog, nulla è più appagante di un viaggio a piedi, anche se breve.

Da non dimenticare il trekking per gli amanti del genere e gli sport estremi. Chi non sa rinunciare a una scarica di adrenalina nemmeno in trasferta potrà librarsi in aria e cimentarsi al parapendio, ovviamente con l’aiuto di una squadra di professionisti pronti ad affrontare gli imprevisti. Oppure sperimentare ripide discese con la fune, con tanto di vista panoramica.

Le attività soft dedicate a chi vuole comfort e relax

I viaggiatori che si recano in Val Gardena non sono soltanto persone avventurose e temerarie. Non è infrequente scegliere questa meta per rilassarsi e godere del silenzio, lontani da strade trafficate e frenesia.

Spa e centri benessere permetteranno di ritrovare l’equilibrio psico-fisico, con trattamenti alternativi a quelli tradizionali. Da provare i percorsi all’aperto nell’acqua ghiacciata per ripristinare la corretta circolazione sanguigna.

Infine, non può mancare qualche ora al sole tutti i giorni: il colorito dopo qualche giorno in montagna è veramente invidiabile!

Seguimi su Instagram  Facebook  YouTube

POTREBBE INTERESSARTI »