Questo ragazzo sta girando il Mediterraneo in kayak con il suo cane

Ci possono essere mille motivi per cui si desidera viaggiare.

Ritrovare se stessi, conoscere culture e realtà diverse dalle proprie, scoprire il mondo o persino cercare di salvarlo e tutelarlo.

Quest’ultima è la motivazione dell’attivista ambientale Sergie Rodriguez Basoli.

Attraverso un viaggio, il ragazzo spagnolo sta lanciando un messaggio forte sull’importanza di tenere puliti i nostri mari.

Lo sta facendo in maniera decisamente originale: percorrendo tutto il Mar Mediterraneo in kayak.

Il ragazzo che si è licenziato per girare il Mediterraneo in kayak

Fino al 2015 Sergi era un ingegnere ambientale, poi si è licenziato, ha riempito lo zaino, ha preso il kayak ed è partito. Una decisione di vita forte, che ha preso per inseguire un’ideale e lanciarsi in un’avventura indimenticabile.

La sua idea era semplicemente quella di navigare lungo le coste del Mediterraneo con il suo kayak. Non aveva una data finale o una meta prestabilita, voleva soltanto raggiungere le coste dei 25 Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum.

Tutto il resto sarebbe stato lasciato al caso e al suo istinto.

Viaggiare per generare consapevolezza

Il suo scopo era ed è tutt’ora molto nobile: desidera infatti sensibilizzare l’opinione pubblica sulla protezione e conservazione delle regioni costiere mediterranee prima che sia troppo tardi, per evitare che il mare raggiunga uno stato ancora più critico di quello attuale.

Il viaggiatore iberico è infatti promotore del progetto Mednet dell’associazione Oceana, una ong per la tutela di mari e oceani.

In ogni paese in cui si reca – per ora Spagna, Francia, Principato di Monaco e Italia – consegna al ministro dell’ambiente un documento dove vengono descritte le ragioni di questo incredibile progetto.

Quando un cane è il miglior compagno di viaggio

Durante una delle sue tappe in Sardegna, ad Alghero, ha incontrato sulla sua strada un piccolo cane randagio femmina. L’ha chiamata Nirvana e ha deciso di portarsela dietro nella sua straordinaria avventura a bordo del kayak.

Da allora, i due sono inseparabili.

“Lei è diventata una fedele compagna di viaggio – racconta sul suo blog – e sono sicuro che si stia godendo al massimo questa esperienza, proprio come faccio io”.

La bellezza di viaggiare in kayak

Sergie è in viaggio da quasi tre anni, durante i quali ha pagaiato per 5000 km percorrendo in media dalle 15 alle 30 miglia ogni giorno. Durante le pause della sua traversata si muove a piedi sulla costa, visita i paesi e fa amicizia con tutti quelli che incontra.

Un vero viaggiatore, seppur con un kayak come unico mezzo di trasporto e un cane come compagno di avventure.

Ma soprattutto un ragazzo che ha deciso di dedicare la sua vita a una missione: far capire a tutti l’importanza di rispettare il mare.

Segui Sergie su Rumbo Mediterraneo – FacebookInstagram