Ero obeso e depresso, poi ho iniziato a viaggiare e ho trovato la felicità

Di Terence Biffi

Quando la mia relazione di sei anni finì, ero obeso, depresso ed infelice. La mia vita non aveva alcun senso ma fu proprio nel periodo più nero che capii di non potermi fare abbattere così. Mi guardavo allo specchio e non vedevo me stesso riflesso. Non ero io quella persona.

Decisi di mettermi a dieta e cominciai ad andare in palestra tutti i giorni ma quello che stravolse la mia vita fu la scelta di essere felice. Decisi di smettere di ascoltare le opinioni altrui e cominciai a fregarmene dei vari suggerimenti e consigli, perché avrei seguito solo una strada: quella indicatami dal cuore. Non volevo rimpianti, volevo invece realizzare i miei sogni. Ero disposto a tutto pur di farcela.

Comprai un biglietto aereo per il Vietnam e quel giorno la mia vita prese tutt’altra direzione. Passai un mese in Vietnam, viaggiando da nord a sud zaino in spalla con i mezzi pubblici. Ero solo, potevo contare solo su me stesso. Fu così che imparai a conoscermi, nel bene e nel male.

IG @terencebiffi

In Vietnam evitai di usare taxi e tuk tuk, camminavo per svariati chilometri ogni giorno. Mi mantenevo attivo e la cucina vietnamita era così salutare e gustosa che mi permise di perdere facilmente 8 chili in un mese.

Tornai da quel viaggio con una nuova consapevolezza: non potevo più smettere di viaggiare e non avrei permesso più a niente e a nessuno di rendermi infelice, nemmeno all’obesità.

Così ripartii. Passai un mese in India, cento giorni nel sudest asiatico, poi Sri Lanka e Indonesia. Poi i soldi finirono, ma viaggiare mi aveva aiutato a vedere i problemi da un altro punto di vista, mi aveva insegnato che esiste sempre una soluzione e molto spesso il coraggio consiste solamente nel pensare in modo diverso.

Volevo viaggiare, volevo sentirmi vivo. Ma come trovare i soldi? Lavorando in giro per il mondo.

Decisi di andare in Australia con il Working Holiday Visa, a lavorare per un anno. La mia famiglia e i miei amici cercarono di dissuadermi in ogni modo, dicevano che era una follia. Ma io ci andai lo stesso, lavorai duramente e risparmiai tantissimo. Così il mio sogno di viaggiare per un lungo periodo divenne una realtà concreta.

Dopo l’Australia e prima di tornare a casa viaggiai per la Cina, poi mi concessi un viaggio particolare: la Corea del Nord. In Italia, le stesse persone che avevano cercato di dissuadermi, riconoscevano ora di essersi sbagliati. Vedevano su di me, sul nuovo me, quanto il viaggio possa farti crescere ed evolverti.

IG @terencebiffi

Poco dopo, la voglia di viaggiare mi spinse a partire di nuovo. Ho girato i Balcani in autostop, poi il Pakistan e l’Iran. In questo momento sto scrivendo queste parole dall’Azerbaijan: sono in attesa di una nave cargo che attraverserà il mar Caspio per portarmi in Kazakistan.

Il cibo non condiziona più la mia vita. È un demone che non ha più alcun potere su di me. Più viaggiavo e più dimagrivo, così mi interrogavo sui motivi dietro all’obesità di cui avevo sofferto. Perché viaggiare ha tanti pregi ma uno dei più importanti è che ti permette di pensare liberamente sulla tua vita, senza distrazioni.

Così ho capito che il cibo era un modo per trovare soddisfazione in una vita colma di infelicità. Abbuffarmi era il mio rifugio, la mia comfort zone che pian piano mi avrebbe portato sempre più lontano dalla mia vera felicità.

Poi avevo deciso di essere felice inseguendo i miei sogni, e allora presi il controllo della mia vita e della mia alimentazione. Capii anche che davo troppa importanza alle opinioni degli altri, cercavo sempre di essere una persona che accontentasse tutti ma così rendevo infelice me stesso.

Viaggiando ho capito che se ascolti gli altri non riuscirai mai ad ascoltare te stesso. Non ci sono ostacoli impossibili da superare, ma ci sono infinite scuse. La vita è un dono bellissimo e non una tortura da subire quotidianamente. Non importa in che situazioni ti trovi, se hai un sogno, devi solamente fare il primo passo e metterti in cammino. Solo tu, dentro il tuo cuore, sai qual è la direzione giusta da prendere.

Segui Terence su FacebookInstagram

IG @terencebiffi

Seguimi su InstagramFacebook