La veterinaria che ha mollato tutto per aiutare i cani dello Sri Lanka

Quante volte si sente dire che un viaggio ti cambia la vita? Che al tuo ritorno sei una persona completamente differente da quella che eri quando sei partito?

L’ho scritto più volte sulle pagine di questo blog: viaggiare ha anche questo potere, quello di cambiarti e stravolgere le priorità della tua vita.

È successo a migliaia di viaggiatori e sognatori (se hai letto il mio libro sai che sono tra quelli), ognuno di loro con una storia unica e meravigliosa, fatta di grandi cambiamenti e felicità.

Tra questi c’è anche Janey Lowes, una giovane veterinaria britannica che nel 2014 è partita per quello che doveva essere un semplice viaggio in Sri Lanka con lo “zaino in spalla”. Era una delle tante backpacker che incontri quando giri per il mondo, innamorate del mondo e intenzionate a esplorarlo il più possibile con vestiti leggeri e occhi pieni di curiosità.

Non credeva che quel viaggio potesse avere un altro scopo. Invece, come spesso accade a chi viaggia e vive consapevolmente, le ha rivoluzionato completamente la vita.

Quando viaggiare genere consapevolezza

Janey ha goduto a pieno della bellezza dello Sri Lanka, ha scoperto luoghi meravigliosi, ha mangiato l’ottimo cibo locale e ha ripreso in mano la tavola da surf, sua grande passione. È stato un viaggio divertente ed emozionante, ma non solo. Perché dietro a ogni viaggiatrice c’è una persona con una certa sensibilità e un certo grado di consapevolezza.

Quel viaggio ha toccato nel profondo Janey, che fin da ragazzina sognava di poter dedicare la sua vita ad aiutare gli animali ed era poi diventata una veterinaria.

In Sri Lanka, Janey ma non ha potuto fare a meno di notare la situazione tragica in cui versano milioni di cani randagi. Feriti, malati, abbandonati, costretti a una vita di continua sofferenza… si è presto resa conto che non poteva stare semplicemente a guardare. Quel viaggio aveva toccato certe corde interiori che fanno troppo rumore.

Fare volontariato in Sri Lanka per aiutare i cani randagi

Appena rientrata in Inghilterra, Janey è andata al centro veterinario in cui lavorava. Doveva parlare con i suoi capi, perché non poteva continuare a vivere come se nulla fosse. La situazione in cui si trovavano quei poveri animali era inaccettabile, così propose ai superiori un progetto: trasferirsi in Sri Lanka e curare quanti più cani possibile.

La clinica ha accettato di finanziare l’iniziativa con una donazione di 10.000 sterline, utile per aiutare l’associazione di volontari a prendere il via. Poi Janey si è licenziata e insieme a un gruppo di pochi altri volontari è partita alla volta dello Sri Lanka per cercare di salvare quei cani e per dar loro condizioni di vita migliori.

Il loro obbiettivo è stato fin da subito ridurre il più possibile il problema del randagismo. Come? Sterilizzando, curando e vaccinando gli animali contro malattie come la rabbia (ancora diffusissima in quelle zone).

Lo Sri Lanka è un paese molto povero, in cui la guerra civile è finita solo nel 2009. La popolazione sta ancora cercando di riprendersi e anche per questo motivo, purtroppo, non c’è ancora una cultura di rispetto per gli animali, ragione per cui quasi tutti i cani abbandonati nelle strade al loro triste destino.

Il progetto di volontariato in Sri Lanka di Janey si chiama WeCareWorldWide, ed è oggi ben avviato, con decine di volontari e migliaia di cani salvati. Se hai letto il mio libro “Come una notte a Bali“, ti potrebbe interessare sapere che è stata proprio Janey a ispirare il personaggio di Emma, che fa volontariato occupandosi dei cani randagi a Bali.

Dalla comfort zone a una vita dedicata gli altri

In una recente intervista, la giovane veterinaria ha raccontato che in Inghilterra viveva le sue giornate secondo una routine molto rigida, come avviene per la maggior parte delle persone. Finché non ha scelto di dedicare il suo tempo a uno scopo più alto, a qualcosa che la facesse svegliare ogni mattina con una voglia infinita di vivere, Janey non ha capito cosa volesse dire vivere a pieno.

Ora lo sa: in Sri Lanka la sua vita è completamente diversa. La sua esistenza, ora, non ha orari prestabiliti, pause obbligatorie e azioni da ripetere quotidianamente. È un impiego 24 ore su 24, è uno scopo di vita.

Capita spesso, ad esempio, che lei e il suo team di volontari vengano chiamati per un’emergenza anche nel bel mezzo della notte, per soccorrere un cane ferito o che sta male in mezzo alla strada. È una costante avventura e nessun giorno è uguale all’altro. È una vita piena e ricca di significato.

Come viaggiare può aiutarti a trovare lo scopo della tua vita

Vivere nello Sri Lanka e prendersi cura dei cani randagi è una vita alternativa e con molti alti e bassi. Spesso, infatti, Janey assiste a episodi che la distruggono emotivamente: capita spesso che gli animali guariti muoiano all’improvviso, senza un’apparente motivazione.

Ma non per tutti è così. Ci sono alcuni casi in cui addirittura questi cani vengono adottati da una famiglia locale, e per questo motivo l’associazione gestita da Janey vorrebbe riuscire a sensibilizzare sempre più persone sull’amore verso gli animali e soprattutto su come prendersene cura.

Quando mi voltai vidi che non solo mi stava seguendo, ma lo faceva correndo. Correva come un cane normale, con le orecchie che sobbalzavano a ogni scatto e gli occhi puntati su di me, quella strana creatura che l’aveva soccorso mentre si lasciava morire sotto un caldo atroce, quella figura alta e grande che si era presa cura di lui senza nessun motivo. Mi venne voglia di piangere. Per Blu, perché aveva tagliato un traguardo che sembra irraggiungibile; non era diventato altro che un cane normale, ma per chi ha sofferto
tanto la normalità non è scontata, anzi, è un traguardo che a volte sembra irraggiungibile.

 

Come una notte a Bali

La vita di Janey non è facile. Ogni giorno affronta rischi, sofferenza e situazioni disperate. Eppure lei e gli altri volontari continuano imperterriti a lottare per ciò in cui credono. E si sa che a volte un sogno è tutto ciò che serve per essere felici e realizzati.

Janey ha scelto di salvare i cani dello Sri Lanka. Grazie a un semplice viaggio, ha trovato lo scopo della sua vita.

L’associazione di volontariato in Sri Lanka di Janey: WECare Worldwide

Segui Janey su Instagram

 

Seguimi su Instagram – Facebook