La guida alla scelta della miglior fotocamera per il tuo prossimo viaggio

©Guillermo Sanchez

È vero, il viaggio inizia molto prima di quando si giunge a destinazione. L’eccitazione spesso comincia nel momento in cui ti trovi a dover scegliere i vestiti da mettere nello zaino, gli accessori da preferire, quale libro portare.

E nel bagaglio di un vero viaggiatore c’è un oggetto immancabile: la macchina fotografica.

Sono infinite le potenziali opportunità che ti si presenteranno durante un viaggio. Tanti i luoghi da scoprire, molti momenti che vorrai immortalare e di cui vorrai avere un ricordo tangibile.

Nell’era in cui la fotografia è ormai davvero a portata di tutti, è difficile orientarsi verso la scelta che più si adatta alle tue esigenze. Fotocamere di ogni tipo, adatte ai più svariati utilizzi, con prezzi che variano, in alcuni casi, di molte centinaia di euro.

Fermo restando che “la miglior fotocamera è sempre la miglior fotocamera che puoi permetterti”, ecco qualche consiglio riguardo le migliori fotocamere per i tuoi viaggi.

Le fotocamere Reflex

Reflex o DSLR è il nome che si da alle fotocamere in cui è presente uno specchio che permette al fotografo, tramite il mirino, di osservare l’immagine che si sta per catturare. Sono differenti dalle macchine fotografiche compatte (o Point-and-Shoot) proprio per la presenza del meccanismo dello specchio.

Senza entrare troppo nel dettaglio, le Reflex sono il salto di qualità necessario per tutti coloro che vogliono iniziare ad apprezzare a 360° la fotografia.

Permettono infatti, tramite l’intercambiabilità degli obiettivi, di ottenere risultati di altissimo livello, praticamente in ogni condizione di luce. Sì, perché la fotografia è una danza tra la luce ed il fotografo. Dal lato puramente tecnico, è tutta questione di quanta luce far entrare nel sensore.

Le basi della fotografia digitale

In modalità manuale (indicata da una M) il fotografo ha il pieno controllo sul cosiddetto triangolo dell’esposizione: tempo di esposizione, apertura del diaframma e ISO (sensibilità alla luce). Agendo opportunamente su questi settaggi, è possibile avere immagini ben definite o con un “mosso voluto” (ad esempio le scie luminose dei fari delle automobili), regolare la profondità di campo ed ottenere più o meno porzione dell’immagine a fuoco e tantissime altri effetti creati soltanto dall’utilizzo combinato di questi valori.

Per quanto riguarda l’apertura del diaframma ci sono dei limiti delineati proprio dall’obiettivo che la macchina monta. Per questo, il successo di una fotografia dipende molto anche dall’obiettivo che stai utilizzando.

Ma come valutare un obiettivo?

Di parametri ce ne sarebbero moltissimi. Puoi innanzitutto restringere il cerchio cercando di capire che tipo di fotografia ti interessa di più: ritratti di persone, paesaggi, street photography? In base a questo, andrai ad individuare una lunghezza focale minore (paesaggi) o maggiore (ritratti e macro). Un altro parametro importantissimo da tenere presente è la luminosità di un obiettivo. Più questo è luminoso, più è di buona qualità.

Questi libri potrebbero aiutarti ad entrare nel mondo delle reflex:

👉 Il libro della fotografia digitale di Scott Kelby

👉  Il manuale step by step per ottenere il meglio dalla vostra macchina fotografica di Chris Gatcum

👉 Fotografia creativa. Corso con esercizi per svegliare l’artista che dorme dentro di te di Franco Fontana

👉 Fotografia notturna da semplici istantanee a grandi scatti di Gabriel Biderman

👉 L’occhio del fotografo. La composizione nella fotografia digitale di Michael Freeman

E ora vediamo quali sono le migliori fotocamere da viaggio, suddividendole per categorie.

Le migliori Reflex da viaggio

Ma quindi, quale Reflex scegliere per il tuo viaggio? Prendo Nikon o Canon? Questa è forse la prima domanda che affligge molti nuovi appassionati di fotografia.

La verità è che non c’è una scelta migliore. La tecnologia, anche in campo fotografico, è avanzatissima e i vari marchi bene o male si equivalgono. Di corpi macchina Reflex ce ne sono veramente costosi, ma la scelta migliore potrebbe essere scegliere un corpo macchina entry-level o di fascia media, ed impiegare buona parte del budget a tua disposizione per degli obiettivi di qualità.

Le Reflex sono senza dubbio la scelta più completa e professionale. Queste sono due ottime scelte come entry-level:

👉 Canon EOS 1300D

👉 Nikon D3400

©Joshua Harvey

Mirrorless, qualità e compattezza per il tuo viaggio

Mirrorless significa “prive di specchio”. Sono fotocamere che si posizionano a metà tra le compatte e le Reflex, conservando la possibilità di intercambiare gli obiettivi.

Proprio l’assenza dello specchio permette alle fotocamere appartenenti a questa categoria di essere molto più leggere e di dimensioni ridotte rispetto alle loro sorelle maggiori, le Reflex. E questo è sicuramente un vantaggio non da poco in viaggio.

Le Mirrorless sono dotate anche di mirino elettronico che aggiunge una funzione piuttosto interessante: tramite questo mirino è possibile vedere in tempo reale le modifiche apportate dalla variazione dei parametri quali ISO e apertura del diaframma (cosa che avviene solo a scatto effettuato con una fotocamera Reflex).

Mantenendo una qualità elevatissima, principalmente per ragioni di portabilità, molti fotografi professionisti stanno abbandonando i corpi Reflex in favore delle Mirrorless.

Per quanto riguarda i marchi, le Mirrorless Sony sono tra le migliori in commercio. Ecco alcuni esempi, dalla fascia più economica alla più alta:

👉 Sony A5100

👉 Sony A6300

👉 Sony Alpha 7S

©Anete Lusina

Instantcam, un viaggio nel passato

Diciamoci la verità, abbiamo un po’ perso l’abitudine di stampare le fotografie dei nostri viaggi. Abbiamo centinaia e centinaia di fotografie che finiscono ad occupare porzioni considerevoli dei nostri PC, che magari ci capita di rivedere poi, in pochissime occasioni.

O quante volte ci capita di conoscere persone piacevoli in viaggio, di passare insieme bei momenti e di scattare una foto ricordo?  Magari grazie agli smartphone possiamo anche inoltrarla facilmente ai nostri nuovi compagni di avventura, ma vuoi mettere il piacere di avere all’istante una fotografia pronta, dietro la quale poter scrivere una dedica, una frase d’amore magari?

Sì, proprio come si faceva con le vecchie Polaroid. Ecco, le cosiddette Instantcam stanno tornando prepotentemente in voga.

La Leica Sofort garantisce prestazioni davvero soddisfacenti. È dotata infatti di modalità automatica grazie alla quale riesce, tramite esposimetro, a regolare la quantità di luce corretta da imprimere sulla pellicola. Per un prezzo più accessibile puoi optare invece per la Fujifilm Instax Mini 90.

Ecco alcune delle migliori Instantcam in commercio:

👉 Fujifilm Instax Mini 8

👉 Fujifilm Instax Mini 90

👉 Leica Sofort

IG @misari.wulan

Action Cam, l’indistruttibile compagno di viaggio

Se invece i tuoi viaggi hanno un elevato tasso di avventura, o semplicemente cerchi una fotocamera che ad esempio ti permetta di scattare foto sott’acqua, le action cam fanno al caso tuo.

Nel caso della fotografia sottomarina sono senza dubbio la scelta più economica. Nel caso di foto e video in condizioni “estreme” possono essere un potentissimo alleato.

Alcune buone action cam sono le DBPOWER e le SJCam. Ma le migliori, nonché le più famose, sono sicuramente le GoPro. Qualitativamente ottime, con un più che variegato corredo di accessori per utilizzarle durante le attività più impensabili.

Nella scelta di una action cam è importante valutare il framerate (30p o 60i) e la possibilità di utilizzare tra gli accessori uno stabilizzatore, come il Karma Grip di GoPro.

Le migliori action cam da viaggio:

👉 DBPOWER

👉 SJCAM

👉 GoPro Hero 5

©Fabrizio Verrecchia

Le migliori fotocamere per fare video

Se durante i tuoi viaggi sei esclusivamente interessato a registrare video allora potresti dover considerare altri fattori. Una action cam potrebbe anxhe essere tutto quello di cui hai bisogno, ma se magari hai intenzione di girare dei mini-documentari o dei vlog quotidiani, dotato di una fotocamera più video-oriented riuscirai a creare contenuti di qualità.

Cosa tenere in considerazione: anche qui sicuramente il framerate, un ottimo sistema di autofocus, come un buon sistema di stabilizzazione. Ma anche la possibilità di avere lo schermo orientabile (fondamentale per il vlogging) sarebbe una caratteristica da non sottovalutare.

Le fotocamere che meglio rispondono a tutte queste caratteristiche sono ancora una volta le Mirrorless. Ecco le migliori per quanto riguarda i video sono:

👉 Sony A6300

👉 Canon G7X Mark II

👉 Panasonic Lumix GX8

👉 Sony RX100

©Prasanna Kumar

Un capitolo a parte: gli smartphone

Ci sono pareri piuttosto discordanti riguardo la fotografia da smartphone. Se da un lato è assolutamente vero che le fotocamere degli smartphone hanno raggiunto standard altissimi, il gap con le Reflex resta ampio.

Ma se le tue pretese non sono altissime, anche uno smartphone dotato di una fotocamera performante ti permetterà di catturare immagini di qualità durante il tuo viaggio.

I vantaggi sono molti, in primis la portabilità. In più, con un solo click si possono rapidamente condividere i propri scatti sui social. Anche per quanto riguarda i video, gli smartphone, soprattutto di fascia alta, garantiscono ottime rese.

Ci sono alcuni falsi miti da sfatare: il numero di megapixel non è necessariamente indicativo di qualità. Un elevato numero di megapixel indica soltanto che verranno salvati più dettagli, più informazioni. È quindi importante anche la presenza di un buon software di base. Da non dimenticare ovviamente, anche qui, la luminosità del sensore della fotocamera.

Numerose le possibilità tra cui scegliere. Dall’indiscusso iPhone X ai nuovi Huawei della serie P. Tra tutte però il Pixel 2 XL di Google potrebbe essere la scelta migliore. Software di qualità by Google e fotocamera intelligente da 12MP, apertura f/1.8 e messa a fuoco automatica.

👉 Google Pixel 2 XL

👉  iPhone X

©Cesar Guadarrama

Ogni viaggiatore ha la sua macchina fotografica

Di alternative ce ne sono moltissime. Ognuna adatta per uno specifico interesse, per ogni tipo diverso di viaggio e, per quale che sia la tua disponibilità economica. Ma forse la cosa più importante, più di qualsiasi macchina fotografica ultra-professionale, più di qualsiasi tipo di obiettivo, resta l’idea che c’è alla base di ogni fotografia.

Le emozioni che ti spingono a voler congelare quella irripetibile situazione, in quel particolare momento della giornata, in quella zona unica di mondo. Tra fotografi si dice:

“Story is the thing”

 Tenendo questo a mente, potrai realizzare scatti memorabili con qualsiasi tipo di macchina. Ed il bello è che viaggiando troverai sempre una grande storia da cui trarre ispirazione.