Scoprire la destinazione due giorni prima di partire: come si viaggia con Flykube?

IG @gianluca.gotto

Se l’essere umano è da sempre affascinato dal viaggiare è soprattutto per un motivo: il mistero. Il non sapere cosa ti aspetta oltre quell’orizzonte che ormai conosci a memoria, il brivido dell’esplorazione di qualcosa di completamente nuovo e sconosciuto, ma anche l’attesa di un’avventura su cui hai poche certezze.

Questo mix di mistero, fascino e adrenalina è andato perduto nel tempo. In parte perché viviamo in un’epoca in cui si ha accesso a qualsiasi informazione nel giro di pochi secondi ma anche perché oggi la stragrande maggioranza dei viaggi sono organizzati e pianificati nei minimi dettagli.

Prima ancora di partire sai già tutto: cosa vedrai, dove soggiornerai, cosa mangerai, quale clima affronterai, a che ora lascerai casa e a che ora tornerai. Ovviamente, sai già con largo anticipo (a volte anche mesi) quale sarà la destinazione del viaggio.

Così è molto difficile rivivere quel brivido dell’esplorazione che ha caratterizzato il viaggio per tanto tempo. Quel “sentire il vuoto sotto i piedi“, come scrivo nel mio libro “Le coordinate della felicità“, che non ti dà alcuna certezza ma proprio per questo ti fa sentire vivo come non mai.

I viaggia a sorpresa di Flykube

È proprio ricercando quella sensazione che mi sono imbattuto in Flykube. È un’azienda che offre i cosiddetti “viaggi a sorpresa” di cui avevo già parlato sul blog proprio perché ero rimasto affascinato dalla loro filosofia così rivoluzionaria.

Acquistando uno dei pacchetti di Flykube ti assicuri il volo andata/ritorno e il soggiorno in un hotel (centrale e a 3 o 4 stelle) ma non sai la destinazione fino a pochi giorni prima della partenza.

Prima di ritornare in Asia (come ogni anno passerò diversi mesi nel sud-est asiatico), ci tenevo a provare questa esperienza di viaggio diversa ed emozionante. E così, in collaborazione con Flykube, la scorsa settimana ho fornito le uniche due informazioni che servono per prenotare un pacchetto: aeroporto di partenza/arrivo e mese di partenza.

Poi, ho aspettato di conoscere la mia destinazione.

La mia esperienza con Flykube

L’attesa è stata un’esperienza completamente nuova. Quando sai già dove andrai, sai cosa portare nello zaino e anche se (come me) cerchi di non informarti troppo sulla destinazione per non rovinarti la sorpresa, rischi facilmente di leggere informazioni e post sul web. Se poi finisci a guardare video su YouTube, l’effetto sorpresa è completamente rovinato.

Con Flykube, invece, anche volendo, è impossibile partire sapendo già tutto… per il semplice motivo che fino a pochi giorni prima non sai dove andrai.

FlyKube propone diversi pacchetti, in base alle esigenze di qualsiasi viaggiatore.

  • Destinazione a sorpresa: scegli le date e viaggi a sorpresa per 2 giorni in una delle 20 destinazioni europee.
  • Vipkube: scegli le date e viaggi a sorpresa in una delle 16 destinazioni “premium” per 3-5 giorni.
  • Multidestinazione: scegli le date e viaggi a sorpresa per 3-5 giorni in due destinazioni europee.
  • Tutto a sorpresa: scegli il mese e viaggi a sorpresa per un weekend in una delle 20 destinazione europee (a partire da €99!)

Io ho scelto l’ultimo, ma qualsiasi pacchetto ha la particolarità di rivelarti la tua destinazione soltanto pochi giorni prima della partenza. Così, per quanto riguarda i pacchetti che si rivolgono solo all’Europa, non sai se finirai a Barcellona, a Lisbona, a Malta, a Stoccolma, a Ibiza, a Berlino, a Bucarest… ci sono più di 100 possibili destinazioni.

Puoi rimuovere alcune destinazioni dalla lista per evitare di andare dove sei già stato, per il resto è tutto in mano al caso. E questa sensazione, devo ammetterlo, mi ha fatto vivere la fase prima della partenza con molta più intensità rispetto agli altri viaggi.

Alla fine ho scoperto di essere diretto ad Amsterdam, città in cui non ero mai stato. Due giorni in Olanda, l’ho scoperto solo il giorno prima della partenza. Non ho avuto modo e tempo di fare grandi ricerche e ho lasciato che questa avventura si sviluppasse nel modo più naturale possibile.

Viaggiare ad Amsterdam senza alcuna preparazione

Con il pacchetto “Tutto a sorpresa” avevo garantiti i voli andata/ritorno e l’hotel. Ho potuto quindi scegliere l’aeroporto più comodo, che nel mio caso era quello di Torino Caselle.

Da lì sono partito con KLM (l’unica compagnia aerea che abbia mai preso a offrire snack e bevande su un volo di un’ora e mezza) alla volta di Amsterdam. Una volta in Olanda sapevo solo il nome dell’hotel dove avrei soggiornato, che era il Mercure Centre Canal District, un’ottima struttura con camere ampie e luminose, una posizione centralissima e tutti i servizi che si possano immaginare (ottimo il wi-fi, fondamentale per un nomade digitale come me).

Per due giorni quella stanza di hotel è stata la mia base, il punto di partenza delle mie esplorazioni. Senza sapere nulla su Amsterdam, ho visitato questa città piena di cose interessanti da vedere ed esperienze da provare.

In un paio di giorni l’ho girata tutta a piedi o in bicicletta, tra canali pittoreschi, tulipani che spiccavano con i loro colori, affascinanti edifici storici, caffetterie curatissime in cui fermarsi a guardare il mondo intorno, musei straordinari, ristoranti che propongono cibo delizioso da ogni parte del mondo e migliaia di visitatori da ogni parte del mondo.

Personalmente (e visto il nome di questo blog non dovrebbe nemmeno stupire più di tanto) ho apprezzato molto la grande varietà di locali in cui fermarsi per pranzo e cena oppure semplicemente gustarsi qualcosa di caldo. Il mio posto preferito è senza dubbio Oliver Green, un locale minimalista perfetto per vegetariani e vegani ma anche per chiunque ami mangiare bene e in abbondanza.

Non ho seguito alcuna guida turistica, non ho avuto modo di ascoltare consigli di viaggio, non ho guardato video su cosa vedere e fare ad Amsterdam. Seguendo la filosofia di Flykube ho deciso di vivere a pieno la sorpresa e così ne ho colto la vera essenza.

Se dovessi descrivere Amsterdam in una sola frase direi che è una città in cui è impossibile annoiarsi. Che sia sabato sera o un “anonimo” martedì mattina, che sia estate o inverno, poco cambia: qui c’è sempre qualcosa di interessante da fare o da vedere, che tu sia single, in coppia o con la tua famiglia, ricco o meno ricco, giovane o meno giovane.

Mi sono bastati due giorni per immergermi in un luogo che sembra appartenere a un altro mondo, e invece si trova ad appena un’ora e mezza di volo dall’Italia. Con una cifra molto contenuta (il pacchetto “Tutto a sorpresa” parte da €179) hai la possibilità di vivere un’esperienza emozionante e sicuramente indimenticabile.

Viaggiare con Flykube: uno sconto del 10%

Non posso che consigliare l’esperienza di Flykube a chiunque. È adrenalinica, economica e alla portata di chiunque (restando all’interno dell’Europa e per non più di 2-5 giorni non è necessaria chissà quale pianificazione). Il fatto che gli hotel affiliati abbiano tutti ottimi punteggi e si trovino in zone centrali permette di visitare comodamente la destinazione evitando spese inutili e rendendo più che sufficienti anche solo un paio di giorni.

Personalmente credo che FlyKube sia la soluzione ideale sia per chi ha già viaggiato molto e (com’era il mio caso) voleva provare un’esperienza diversa sia per chi ha sempre temuto di viaggiare e ora può farlo senza nemmeno perdersi nell’overthinking della scelta della destinazione, dell’hotel, dei voli aerei etc.

Se sei interessato a provare questa innovativa esperienza di viaggio, acquistando uno dei pacchetti di Flykube e utilizzando il codice MANGIAVIVIVIAGGIA20 hai uno sconto di €20 per tutti i viaggi di 3-4 giorni mentre con il codice MANGIAVIVIVIAGGIA40 per i viaggi di 5 o più giorni hai uno sconto di €40.

Seguimi su InstagramFacebook