Lavora – Risparmia – Viaggia: così questa coppia ha visitato 52 paesi in 8 anni

Si sente spesso parlare di coppie, famiglie o singole persone che mollano tutto ciò che hanno per inseguire una grande passione: un lungo viaggio intorno al mondo.

La storia di Lauren e Craig fa parte di questa nuova meravigliosa tendenza.

Sono una coppia che sta insieme da dieci anni e da otto è a tutti gli effetti “nomade”.

Esatto, questi due ragazzi inglesi stanno viaggiando per tutto il mondo da ben otto anni, periodo nel quale hanno già visitato 54 paesi. E non hanno alcuna intenzione di fermarsi.

Qual’è il loro segreto? Lavorare per 6 mesi e viaggiare per 12 con i soldi guadagnati.

La filosofia del “Lavora – Risparmia – Viaggia”

Nei 6 mesi “lavorativi” soggiornano in paesi occidentali più ricchi, lavorando per bar, pub e ristoranti locali, godendosi comunque la vita del luogo e conoscendo nuove culture.

In alternativa ad occupazioni retribuite fanno spesso anche volontariato lavorando per fattorie, aziende casearie e resort, avendo così vitto e alloggio gratuito ma vivendo comunque esperienze incredibili.

Una volta guadagnati i soldi necessari ripartono alla volta di terre come l’Asia o il Sud America, dove la vita costa meno.

In poche parole, lavorano e risparmiano dove la vita costa cara e viaggiano nei paesi più economici.

Il van come stile di vita

Tutti i loro viaggi e spostamenti avvengono in van. Ne hanno avuto uno diverso per ogni continente che hanno visitato!

Ogni volta che si trovano in paesi in cui il vitto e l’alloggio sono decisamente troppo dispendiosi, acquistano un van che diventa la loro casa a quattro ruote per il resto del viaggio.

Quando l’esplorazione di quella parte di mondo finisce, rivendono il mezzo per recuperare l’investimento. Poi ripartono, alla scoperta di nuove terre meravigliose e avventure indimenticabili, sempre fianco a fianco.

Lauren e Craig sono convinti che l’emozione di vivere e viaggiare in van sia irrinunciabile, perché gli dà la possibilità di decidere autonomamente quale sarà il loro prossimo orizzonte. Questa è la vita che hanno scelto per poter inseguire la loro passione per il viaggio e la scoperta.

Il budget di $10 al giorno

La loro regola di vita dal punto di vista finanziario è di non spendere più di 10$ al giorno a testa. Hanno imparato a darsi un budget fisso da rispettare, perché è l’unico modo per poter mantenere questo stile di vita.

Le rinunce alle spese extra non sono un problema se in compenso puoi vivere esperienze uniche come fare canyoning in luoghi straordinari oppure avventurarti in escursioni nell’immensità del deserto.

Chiaramente non è sempre facile: “Quando sei nelle città, a volte devi stare in brutte zone, oppure dormire nei parcheggi pubblici, che non è molto legale”, dice Craig ridendo. “Devi stare molto attento ad essere discreto”.

La coppia ha avuto qualche incidente di percorso in Australia e Canada, ma questi piccoli inconvenienti non sono niente rispetto all’impagabile gioia di essere liberi, di vivere letteralmente on the road, conoscere le più diverse culture e apprezzare ogni angolo di questo meraviglioso pianeta.

L’inizio dell’avventura 8 anni fa

Com’è nata l’idea di girare il mondo lavorando e viaggiando? Tutto è iniziato nel 2008, quando sono partiti per l’Australia dopo aver risparmiato per un anno intero rinunciando a cene fuori o bevute in compagnia.

Dopo qualche settimana di dispendiosi hotel nel paese dei canguri hanno capito che non avrebbero potuto continuare così a lungo, quindi hanno comprato il primo van per visitare senza grandi spese il nord e il sud dell’Australia.

Poi sono partiti alla volta del Sud Est Asiatico, che hanno esplorato come fanno tanti altri backpacker squattrinati. In seguito hanno visitato il Canada, dove si sono fermati a lavorare per accumulare più risparmi possibili in vista del loro grande sogno: visitare tutto il Sud America in van.

Ce l’hanno fatta, perché dopo essere entrati negli USA e aver acquistato un van, si sono spinti fino alle terre più meridionali del Sud America.

Il giro del mondo dei Lauren e Craig

Poi c’è stato il ritorno in Nuova Zelanda per il Working Holiday, il visto che ti permette di lavorare e viaggiare per un anno.

Con i soldi accumulati hanno visitato l’India e il Nepal, per poi tornare in patria facendo tappa in Inghilterra e in Scozia.

Da lì, non ancora soddisfatti, hanno iniziato un tour dell’Europa. Un altro ritorno in Inghilterra per lavorare un anno in un pub e guadagnare i soldi necessari per partire, questa volta, alla volta della Cina.

Dopo un lungo soggiorno in Cina hanno pensato di fermarsi? Neanche per sogno: subito dopo hanno visitato le Filippine, il Giappone, le Isole Hawaii, l’Alaska, la Florida e il Messico, per poi finire a fare giardinaggio in un’isola in Grecia.

Terminata l’esperienza greca sono partiti alla volta del Marocco e del Portogallo, per poi tornare nel Regno Unito, otto anni dopo la prima partenza.

Non si sono fermati per sempre, sono semplicemente in attesa della prossima avventura seguendo la formula magica del “lavora – risparmia – viaggia“.

Ogni tanto valutano l’idea di mettere finalmente radici, magari trasferendosi definitivamente in una fattoria nelle verdi Alpi svizzere, ma per ora non hanno intenzione di smettere di viaggiare e scoprire il nostro fantastico pianeta.

Lauren e Greg sono un esempio di amore e gioia per il viaggio e per la vita. Una storia incredibile, che dimostra quanto viaggiare non sia una questione di soldi, ma di priorità.

Segui Lauren e Craig su Non Stop TravellingInstagram

Seguimi su Instagram – Facebook