PowerFilm Solar, i pannelli solari portatili per chi ama viaggiare e vivere outdoor

IG @gianluca.gotto

Chi ama i viaggi avventurosi sa bene che la vita outdoor può darti sensazioni così forti da creare dipendenza. Dormire in tenda e svegliarsi al mattino con un’alba meravigliosa, vivere in un van e addormentarsi ogni giorno con un orizzonte diverso, camminare immersi nella natura, scalare montagne, nuotare nell’oceano, pedalare sotto il sole… le sensazioni che ti dà la vita all’aria aperta sono impareggiabili e rappresentano la felicità per milioni di persone in tutto il mondo.

Se sei un amante dei viaggi avventurosi, saprai benissimo che per vivere al meglio certe esperienze è fondamentale essere preparati. Perché è bellissimo farsi guidare dall’istinto e non programmare più di tanto ma questo funziona solo quando viaggi in un certo modo, nelle città ad esempio. Se viaggi nelle terre selvagge hai bisogno di una certa preparazione fisica e mentale, ma non solo: hai anche bisogno della giusta attrezzatura.

In questo articolo non ti parlerò di materiale tecnico per scalare le montagne o della migliore tavola per fare surf ma di un oggetto poco conosciuto e utilizzato che ha davvero dato una svolta alla mia vita. Un oggetto che riesce a compiere una “magia”: trasformare la luce del sole in energia.

IG @gianluca.gotto

PowerFilm Solar, una rivoluzione per chi ama viaggiare all’avventura

Se hai letto il mio libro sai che sono un nomade digitale e lavoro viaggiando. Per questo motivo, specialmente durante quei mesi in cui vivo on the road a bordo del mio camper del 1983, ho la necessità di avere sempre a disposizione l’energia elettrica per ricaricare i dispositivi con cui lavoro.

Sul mio camper ho montato due pannelli solari di un’azienda italiana che si chiama Gioco Solutions ma presto mi sono reso conto che avrei avuto bisogno anche di un prodotto portatile. Mi è capitato, infatti, di parcheggiare il camper, girare per tutta la mattina per Barcellona, fermarmi a lavorare in un bar e avere il cellulare (che utilizzo come router wi-fi) scarico. Senza una presa di corrente nei paraggi, non avrei potuto lavorare in alcun modo e non sempre ne trovi.

Mi sono quindi chiesto se esistesse un pannello solare portatile e ho scoperto che non solo esistono ma ce ne sono alcuni estremamente performanti. Quelli di PowerFilm Solar, ad esempio, che mi hanno “salvato” anche quella volta in cui io e la mia compagna ci siamo persi in un bosco in Francia e avevamo il cellulare completamente scarico.

PowerFilm Solar è un’azienda statunitense che produce diversi prodotti capaci di trasformare la luce solare in energia elettrica. La particolarità dei loro pannelli (tutti Made in USA) è che sono estremamente comodi da portare in giro. Hanno infatti due caratteristiche fondamentali: sono leggerissimi e sono arrotolabili. In questo modo è possibile portarseli dietro senza appesantire troppo le spalle e la schiena.

IG @gianluca.gotto

Come funzionano i pannelli solari di PowerFilm Solar

Quando ho ordinato i due pannelli solari portatili di PowerFilm Solar non potevo immaginare che fossero così compatti. Da “arrotolati” sono lunghi e stretti e per aprirli non devi fare altro che “srotolarli”. In questo modo esponi le cellule del pannello solare e puoi agganciare la parte rigida al tuo zaino o alla porta del tuo camper (quando sei fermo ovviamente). Io li ho “indossati” legandoli alla parte superiore del mio zaino e in questo modo, limitandomi a camminare, ricaricavo il power bank correlato.

I prodotti che ho scelto sono due:

Il primo è la soluzione perfetta per avere lo smartphone sempre carico, infatti, viste le dimensioni ridotte (20 cm x 3.8 cm da “arrotolato”, da srotolato la lunghezza arriva a 47 cm), la batteria da 3200 mAh e la ricarica completa in 6-8 ore di luce solare diretta consente a qualsiasi escursionista di godersi una percorso di trekking senza il timore di restare senza le mappe online a disposizione.

Il LightSaver Max, invece, è indicato per chi come me lavora online e ha quindi la necessità di ricaricare più spesso lo smartphone (o anche dispositivi a 12 V, visto che nella scatola è compreso il cavo). Ideale anche per coloro che intraprendono viaggi molto avventurosi, come sentieri di trekking lunghi più giornate o avventure in bicicletta da decine di km al giorno. In questi casi la batteria da 18.000 mAh, che si ricarica completamente in 6-8 ore di luce diretta, consente di avere a disposizione un power bank molto potente.

Con questi due prodotti so di poter affrontare qualsiasi esperienza all’aria aperta e avere una quantità di energia più che sufficiente per ricaricare la macchina fotografica, lo smartphone e il computer. Una bella sicurezza ma anche una grande soddisfazione se penso che si tratta di energia generata direttamente dal sole, senza sprechi o intermediari.

L’energia solare è una rivoluzione per tutti, ma specialmente per chi viaggia all’avventura. Un pannello solare portatile è un must se vuoi vagare per questo straordinario mondo senza mai restare a corto di energia.

Seguimi su Instagram – Facebook