Per cambiare vita basta un corso di inglese

Ogni viaggio, anche il più duro, inizia con il primo passo. Nella vita è la stessa cosa: la parte più difficile è buttarsi.

Tante persone sognano di cambiare il proprio percorso e trovare la felicità, ma non lo fanno perché hanno paura di fare quel primo passo.

Quando fantastichi di avere una vita migliore, ti concentri solo sul momento in cui sarai felice, ma proiettando la tua mente così lontano, ti dimentichi che il primo step è tutto ciò di cui ti dovresti davvero preoccupare.

A vole, per cambiare vita, basta un corso d’inglese. Niente di più, niente di meno.

Un corso di inglese ha davvero tutto ciò che serve per dare una svolta e ripartire: la possibilità di imparare bene una lingua che ormai tutti danno per scontata, conoscere nuove persone e integrarsi in una nuova realtà.

Lo dimostra la storia di Eugenio, un ragazzo italiano che ha trovato la sua strada quando ha scelto di vivere un’esperienza dall’altra parte del mondo con la scuola internazionale Kaplan.

Eugenio e la ricerca della felicità

“Mi chiamo Eugenio Tarantola, ho 23 anni e da 10 mesi vivo a Sydney, Australia“, mi racconta.

“Sono nato in un piccolo paesino di 8 mila abitanti disperso tra le numerose campagne del Sud milanese. Ho avuto un’infanzia molto felice, avendo la fortuna di crescere con due genitori straordinari, i miei veri maestri di vita, che mi hanno dato la possibilità, fin da piccolo, di viaggiare per il mondo ed entrare a contatto con paesaggi meravigliosi, mondi e culture differenti”.

Come tanti altri ragazzi della sua età, dopo il liceo Eugenio ha cominciato a porsi quelle domande scomode che molti hanno paura di affrontare.

“Da qualche anno sento una forte domanda che frulla dentro la mia testa: cosa voglio realmente dalla mia vita? Dopo un periodo di riflessione, ho realizzato che la risposta era più semplice di quanto immaginassi: non importa come, non importa dove, ma voglio essere felice“.

Essere felici è uno dei desideri più naturali che abbiamo. Il problema è riuscire a iniziare il percorso per diventarlo.

Come si trova la felicità? Partendo

Il primo passo è sempre il più difficile, ma solo nella nostra mente. In realtà basta poco per dare il via al processo. Bastano un viaggio, un’esperienza all’estero e un corso di inglese.

“Una volta ottenuta la laurea, i miei compagni di corso erano già focalizzati (o preoccupati?) sulla ricerca di un lavoro, sperando di trovare al più presto un’occupazione, il cosiddetto ‘posto fisso’. Io ero terrorizzato dall’idea di entrare a far parte della ‘ruota del criceto’, quello stile di vita in cui lavori controvoglia tutta settimana, sognando soltanto le ferie o l’arrivo del week end”.

“Mi sentivo carico di energie ed ottimismo. Ero deciso a rincorrere il grande sogno australiano“.

IG @eugeniotarantola

Kaplan International, più di una scuola di inglese

Eugenio è uno dei tanti ragazzi che si sono affidati a Kaplan International English per realizzare il desiderio di un corso di inglese. Questa scuola, che opera da ben 80 anni, è stata fondata da Stanley Kaplan, un signore che una volta disse:

“Ho dedicato la mia vita ad andare incontro ai bisogni degli studenti, in modi in cui le forme di educazione tradizionali non potevano fare. Kaplan continua quella tradizione anche oggi”

Più di una scuola di inglese, Kaplan è il punto di riferimento per chi vuole imparare la lingua ma anche immergersi in un’altra cultura, conoscere nuovi stili di vita e interagire con persone da tutto il mondo.

“Spesso si sentono notizie di ragazzi che scappano dall’Italia infelici, cercando speranze e serenità in un altro paese e in una nuova avventura. Credo però che a lungo termine, questa non sia una soluzione”, dice Eugenio.

“Scappare non era quello che volevo. Quello che volevo era arrivare a una certa età, voltarmi indietro, ripensare ai miei anni passati e potermi emozionare, poter piangere di gioia constatando di aver vissuto la vita dei miei sogni“.

Per vivere un’esperienza indimenticabile, Eugenio è partito da un biglietto aereo.

“Così ho comprato un biglietto di solo andata per Sydney, spinto dal desiderio di voler fare della mia vita un capolavoro.
Ho scelto Sydney perché, secondo alcune classifiche internazionali, è una delle città con la qualità della vita e il tasso di felicità più alti al mondo”.

Per cambiare vita non serve molto. Una volta scelta la città, Eugenio aveva bisogno solo di trovare il modo migliore per rompere il ghiaccio nel nuovo paese. Perché non farlo unendo l’utile al dilettevole, si è chiesto.

L’idea era un corso di inglese, la soluzione era Kaplan International.

IG @eugeniotarantola

Sydney per un’esperienza di vita all’estero

“Sono arrivato a Sydney il 13 gennaio 2017 e per quattro mesi ho frequentato un corso intensivo presso la scuola di inglese Kaplan International. Qui ho conosciuto e stretto amicizie fantastiche con ragazzi e ragazze di ogni età, provenienti da ogni parte del globo”.

“Gli insegnanti sono molto professionali e al contempo amichevoli. Sapendo che non per tutti è facile tornare tra i banchi di scuola, cercano di rendere le lezioni il più interattive e interessanti possibile, ponendo sempre al primo posto la comunicazione tra gli studenti”.

Quando gli chiedo di Sydney, Eugenio sorride:

Sydney è a tutti gli effetti eccezionale. Immersa completamente nella natura, offre tutti i servizi di una grande metropoli e, allo stesso tempo, una vita di mare tranquilla lungo le sue imponenti costiere rocciose”.

Se è vero che basta un corso di inglese per fare un’esperienza che ti cambia la vita, è altrettanto vero che non tutte le scuole di inglese sono uguali. Eugenio lo sa e mi spiega perché Kaplan fa la differenza.

Perché scegliere Kaplan International

“Ci sono due motivi principali per cui sono contentissimo di aver frequentato questa scuola”, mi spiega Eugenio.

“Prima di tutto, essere confident con la lingua inglese è fondamentale per inserirsi nella società e per trovare un buon lavoro. Con Kaplan hai la certezza di poter affrontare una conversazione in inglese con chiunque al termine del tuo percorso di studio”.

“Questo è un aspetto fondamentale. Se non sei confidente con la lingua, non potrai in alcun modo essere te stesso al 100% quando interagirai con le altre persone, non potrai apparire come realmente sei, e questo non farà altro che influenzare (negativamente?) le tue relazioni con gli altri”.

“Allo stesso tempo, non sentendoti sicuro, sarai molto più chiuso e timido, con il grande rischio di rinunciare a delle opportunità quando ti si presenteranno. In caso contrario, essere sciolto con la lingua ti aprirà molte più porte e anche più fonti: esistono infatti molti libri, informazioni, video e mondi ‘assaporabili’ soltanto conoscendo la lingua originale”.

“In secondo luogo, devi mettere in conto che, se ti trasferisci dalla parte opposta del mondo, dovrai crearti una vita da zero, e non è così semplice inserirsi in una nuova città dove non conosci nessuno, senza appoggi e senza amici. Frequentare un corso della Kaplan International mi ha permesso di introdurmi nella nuova società nel migliore dei modi“.

“A scuola ho incontrato ragazzi che si trovavano nella mia stessa situazione: appena arrivati a Sydney, senza amici, pieni di energia, entusiasmo, e pronti per vivere un’esperienza indimenticabile. Quale migliore occasione di un corso di inglese per stringere amicizia?

Come un’esperienza all’estero ti cambia la vita

Un viaggio, un’esperienza all’estero e un corso di inglese. Tutto ciò basta per cambiare vita? Leggendo le parole cariche di entusiasmo di Eugenio si hanno pochi dubbi.

“I miei primi mesi possono essere sintetizzati come ‘rinascita’. Sono ripartito da zero e ho conosciuto persone eccezionali, con cui ho vissuto momenti impagabili e viaggi memorabili”.

“Ora sono passati 10 mesi, lavoro per un ristorante italiano ‘fine dining’ in centro città e vivo in una villa in collina a North Bondi con la mia ragazza francese e alcuni amici: un italiano, un cileno e un’altra ragazza francese”.

“Ho vissuto inizialmente in città, dove la vita scorre varia e veloce, tra i ristoranti e gli alberghi lussuosi in Circular Quay e la Opera House, gli uomini d’affari in centro, i signori che giocano a scacchi in Hyde Park e le passeggiate tra gli alberi e fiori dei giardini botanici”.

La vita qui è una favola. Mi sembra di vivere dentro un film”, dice sorridendo Eugenio.

“Abbiamo da poco comprato delle nuove tavole da surf e stiamo imparando a cavalcare le onde. La costa di Sydney forse non è la migliore australiana, ma è di una bellezza incantevole, e se sei abbastanza curioso troverai decine e decine di camminate con viste mozzafiato su spiagge con sabbie dorate, sull’oceano e sul magnifico skyline della città”.

Cambia la tua vita con un corso d’inglese presso Kaplan International School

Una domanda che potrebbe sorgere spontanea riguarda l’aspetto economico. Si sa che l’Australia è un paese molto caro…

“Sydney è una delle città più care al mondo, è vero, ma al tempo stesso gli stipendi sono molto alti, e con un minimo impegno e sacrificio riuscirai a salvare un bel gruzzoletto”, replica Eugenio.

“Sono convinto fermamente che il denaro non possa creare la felicità, ma riuscire a mettere soldi da parte, nel mio caso, mi permette di approfondire le mie passioni e i miei interessi”.

Eugenio ha cambiato il modo di vedere la vita in Australia. Per questo motivo, non gli posso chiedere cosa sarà del suo futuro: ora vuole semplicemente godersi un’esperienza che non dimenticherà mai. Un’esperienza che nasce da un semplice corso di inglese all’estero.

“Lavorerò ancora qualche mese e poi avrò abbastanza soldi per poter viaggiare senza interruzione per qualche mese ed esplorare per il lungo e il largo questo splendido continente. Per quanto riguarda il mio futuro, sono ancora molto confuso.
Troppe idee in testa, troppe strade potenzialmente percorribili e non mi sento ancora pronto a prendere una decisione”.

“Qui le possibilità lavorative non mancano e la natura è in stretta connessione con l’uomo. Chissà cosa mi riserverà il futuro… Australia, Nuova Zelanda, Asia, America.. Il mondo è troppo grande per vivere tutta la vita in un posto solo. Ora so solo una cosa: sto vivendo alla giornata e non potrei essere più felice“.

IG @eugeniotarantola