4 “regole” per gestire meglio le tue giornate e avere più tempo libero per te

Photo by Ryan Christodoulou

Ci sono molti fattori alla base di una vita felice ma sono convinto che uno dei pilastri sia la possibilità di gestire bene il proprio tempo, che è il bene più prezioso che abbiamo.

Personalmente ci sono riuscito attraverso un percorso professionale e di vita decisamente alternativo, che mi ha permesso di godere della libertà di lavorare viaggiando e quindi di poter vivere ovunque e in qualunque modo io voglia (è ciò che racconto nel mio libro “Le coordinate della felicità“).

Come ho avuto modo di sottolineare più volte, questo stile di vita è alla portata di moltissime persone ma il principio per cui è fondamentale riuscire a gestire bene il proprio tempo è valido anche e soprattutto per coloro che hanno un lavoro e una vita più tradizionali.

Indipendentemente da chi tu sia o quale sia il modo in cui ti guadagni da vivere, ti assicuro che imparare a organizzare le tue giornate in modo tale da avere più tempo libero ti porterà enormi benefici. In fondo, cos’è una vita felice se non una vita in cui sei pienamente consapevole del modo in cui riempi le tue giornate?

Come scrivo nel mio libro “Come una notte a Bali“: se non te la ricordi, non puoi dire di aver vissuto davvero la tua vita. E il modo migliore per ricordare le proprie giornate è imparando a gestire meglio il proprio tempo.

Come avere più tempo libero per noi?

Come si impara a gestire bene il proprio tempo? Innanzitutto cercando di sprecarne il meno possibile. Concretamente significa programmare la propria giornata per fare in modo di non perdere tempo a fare cose che ci tengono lontani dalle nostre passioni e da quell’ora che ognuno di noi dovrebbe dedicare solo a se stesso ogni singolo giorno.

L’obiettivo è dedicare il giusto tempo ai nostri doveri e alle nostre responsabilità, per poi arrivare al punto in cui dire “stop“: da quel momento abbiamo la possibilità di vivere liberamente, senza preoccuparci di questioni irrisolte. Possiamo suonare la chitarra, se ci va, oppure leggere un libro, meditare, prendere un caffè con un’amica, camminare in un parco senza nessuna meta prestabilita.

Ognuno di noi può riuscire a ottenere questo tempo sacro indipendentemente dal lavoro che svolge, dall’essere genitore o meno, dall’essere fidanzato o meno, dall’età e dalla ricchezza materiale che possiede. Si può fare instaurando delle regole di vita che ci permettono di vivere meglio e godere di più tempo libero.

L’aspetto positivo di tutto ciò è che non sono regole universali, bensì regole che scriviamo noi in prima persona. Sono le nostre regole per il nostro tempo e per la nostra felicità.

Ecco perché nel titolo di questo articolo ho utilizzato le virgolette: queste sono le mie “regole” per gestire meglio il mio tempo e godere, quindi, di più tempo libero. Ma forse possono funzionare anche per te. Ecco quali sono.

4 “regole” per gestire meglio il tuo tempo

1. Metti la sveglia mezz’ora prima

Non importa quanto ti svegli presto al mattino: se senti di non avere mai tempo per te, metti la sveglia mezz’ora prima. So che potrebbe sembrarti un’esperienza drammatica ma ti assicuro che quei 30 minuti risulteranno preziosi, ovviamente se imparerai ad utilizzarli in maniera adeguata.

Puoi occuparli in tanti modi: c’è chi li utilizza per fare qualcosa di rilassante in modalità “calma prima della tempesta” e chi semplicemente sposta tutta la giornata lavorativa indietro di 30 minuti (può farlo chi non è dipendente, ovviamente).

Io ti consiglio di utilizzare questi 30 minuti per iniziare lentamente e soprattutto per programmare la giornata: cosa devi fare? Quali impegni hai? Come gestirai il tuo tempo? 30 minuti per respirare e prenderti un piccolo vantaggio temporale sul mondo (ti assicuro che dormire mezz’ora in meno non avrà alcun effetto negativo sulla tua vita).

2. Scrivi una “to-do list”

Un buon rituale che mi ha aiutato molto a gestire meglio il mio tempo senza sprechi è stato quello della to-do list. Nel mio libro ho spiegato l’importanza delle “to-do list” di lungo periodo (ne avevo una sulle cose da fare prima di compiere 30 anni) ma nella quotidianità questi foglietti tornano davvero utili per avere maggior controllo sulla propria vita.

Scrivi una lista di tutto ciò che devi fare nell’arco della giornata, e scrivila la sera prima. In questo modo, appena sveglio/a, avrai immediatamente chiara la situazione ed eviterai di sprofondare nella confusione che ti porta poi a vivere con il pilota automatico.

Oltre a ciò che devi fare, assicurati di scrivere anche ciò che vuoi fare, i momenti di gioia che dovresti ritagliarti quotidianamente. Poi, dopo aver scritto la tua “to-do list” (su carta o su smartphone, è indifferente), ricordati solo di controllarla ogni tanto durante la giornata per capire a che punto sei.  Ma ricordati anche di lasciare sempre un po’ di spazio al caos, che è ciò che dà un sapore speciale alla tua vita.

3. Elimina il superfluo

Ci sono tanti motivi per cui ti sembra di non avere mai tempo ma sono sicuro che uno di questi sia il disordine. Le persone ordinate solitamente hanno molto più tempo di chi vive nel caos più totale. Lo scrivo perché un tempo non avrei mai creduto di poter diventare una persona ordinata ma se ci sono riuscito è perché ho sposato una filosofia di vita che mi ha cambiato profondamente e in meglio: il minimalismo.

Il minimalismo è tante cose  ma è innanzitutto uno stato mentale che ti porta a voler eliminare tutto ciò che è superfluo. Molto semplicemente ti chiedi: “mi serve davvero?” Se la risposta è no, devi allontanare quell’oggetto, quella persona o quell’abitudine dalla tua vita.

Sai perché è necessario farlo? Perché il superfluo ti ruba tempo prezioso, spesso senza che tu nemmeno te ne accorga.Se vuoi gestire bene il tuo tempo, inizia dagli oggetti: metti ordine nella tua vita. Gli oggetti ti portano via un sacco di ore, ti ostacolano, ti fanno preoccupare, ti costano soldi e te li ritrovi sempre in mezzo ai piedi.

Se tieni in disordine gli oggetti della tua vita finisci in una trappola che ti fa arrivare a fine giornata pensando: ma com’è possibile che non ho mai un po’ di tempo per me? Adotta una mentalità minimalista, liberati del superfluo e avrai improvvisamente molto più tempo per te.

4. Impara a dire di no

Ci sono molti ostacoli tra noi e la nostra felicità e il paradosso è che siamo noi a creare la maggior parte di essi. In quanto esseri umani ci piace complicarci la vita, quando il benessere emotivo è spesso una questione di semplificare, di concentrarsi sull’essenziale tralasciando il resto (vedi il punto precedente).

Sono numerosi i modi in cui ci complichiamo la vita ma uno dei più comuni riguarda l’incapacità di dire di no. Sia chiaro: io supporto la teoria dello Yes Man ma acconsentire a tutto è un’arma a doppio taglio. Ci rende infatti vulnerabili nei confronti di coloro che vogliono approfittarsene scaricando su di noi seccature, problemi e responsabilità di cui dovrebbero invece occuparsi loro.

Impara a dire di no. Se non è urgente, se non è importante per te, se non è davvero necessario il tuo intervento su una certa questione per cui ti hanno tirato in causa, impara a dire di no.

Per riuscirci, togliti dalla testa l’idea per cui tutto il mondo sia sulle tue spalle. È un’illusione del tuo ego, che ti pone al centro dell’Universo. Se lo fai, sai cosa succederà? Avrai finalmente più tempo per te. Non è egoismo, è amore e rispetto per se stessi. Qualcosa a cui tutti noi dovremmo ambire senza alcun rimorso.

Seguimi su Instagram  Facebook  YouTube